Condividi:

La necessità di ritrovare i due punti al di là di ogni complimento per la generosa prova fornita nell’ultima sfortunata prestazione interna contro la capolista Scafati. La Briosa Barcellona oltrepassa lo Stretto di Messina domani sera, per andare a caccia dei due punti. Obiettivo comune con un avversario che non sta attraversando un buon momento, viaggiando – così come i giallorossi- nella sabbie mobili del fondo classifica.
Le speranze non mancano, miste alla consapevolezza di affrontare un impegno non certo dei più semplici: “Viaggiamo alla volta di Reggio Calabria consapevoli del fatto che ci aspetta una gara tosta- ha affermato il General Manager Vincenzo Catanesi- Un derby ha sempre il suo fascino, ma in questo caso le motivazioni non possono che essere legate anche ad esigenze di classifica. Ci conforta l’ultima prestazione casalinga contro la capolista Scafati. Se è infatti vero che le cose non sono andate bene, è altrettanto vero che- nonostante gli infortuni che ci stanno mettendo in croce- abbiamo dimostrato di tenerci alla maglia e che, quando ci mettiamo il cuore, possiamo giocarcela contro chiunque. Quanto alla partita di domenica prossima, mi auguro che i ragazzi facciano vedere la stessa grinta anche oltre lo Stretto di Messina”.
Ancora in dubbio per la partita di domani, alla luce dell’infortunio rimediato dopo sette minuti di gioco nell’ultimo match interno, Matteo Fallucca loda i compagni di squadra ed esorta i suoi a non mollare: “Diciamo che per noi ogni partita a questo punto è davvero una finale. Domenica scorsa, nonostante gli infortuni di Migliori e Cefarelli (cui si è aggiunto il mio dopo sette minuti), abbiamo dimostrato che la nostra grinta può mettere in difficoltà qualsiasi avversario. Dobbiamo crederci sempre e dobbiamo crederci anche a Reggio Calabria, dove ci aspetta una gara molto tosta. Per noi fare risultato sarebbe ossigeno puro. Difficile, ma non impossibile. Anche se la nostra infermeria è sempre piena. Io stesso non so se riuscirò a recuperare”.

Ancora assente il capitano Franco Migliori, in forte dubbio anche Dario Cefarelli.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.