Condividi:

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa dell’UGL Sicilia in merito al settore caccia in Sicilia:

“D’intesa con il Segretario dell’UGL Sicilia, la scrivente Organizzazione Sindacale si rivolge al governo regionale per chiedere di volere attivarsi nel predisporre in tempo, le corrette misure volte a tutelare i cacciatori in previsione di eventuali scenari di restrizioni dovute alla variazione di colore delle varie zone regionali sul piano del contrasto alla diffusione del Covid 19. L’intento è quello di fare in modo che tutti i cacciatori muniti di Green Pass possano esercitare l’attività venatoria, in quanto svolta in totale sicurezza, poiché sport praticato all’aperto ed a distanza minima di sicurezza e possono esercitare, se coinvolti attivamente, una positiva a azione a tutela dell’ambiente.
A dichiararlo il Responsabile Regionale dei dipartimento Caccia, zootecnia, florovivaismo dell’Ugl Sicilia, Cosimo Giannetto.
L’Ugl Sicilia ed il Dipartimento delegato auspicano la condivisione di quanto proposto per il comune raggiungimento dell’obiettivo – aggiunge – cosi com’è stato, in altra occasione, per la riduzione della tassa governativa regionale per la mancata attività venatoria.
Confidiamo – prosegue – che a breve possa essere siglato l’accordo fra le Associazioni Venatorie e l’Assessorato regionale al Territorio e Ambiente per il Monitoraggio Antincendio.
L’Ugl Sicilia prosegue sempre in prima linea, la propria azione, con impegno costante – conclude Giannetto – al solo beneficio del territorio siciliano messo a dura prova nelle scorse settimane dalla devastazione degli incendi che hanno causato il grave depauperamento di decine e decine di ettari a verde”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.