Condividi:

Dichiarata chiusa, due mesi e mezzo dopo circa l’ultima gara giocata, la stagione calcistica 2019/20 dei campionati dilettanti, dalla Serie D alla Terza Categoria siciliane.

Una scelta opinabile tra inevitabili consensi e mugugni in tutti i club. Nel contempo la Lnd ha dato ordine di cristallizzare le classifiche e di procedere per le promozioni secondo la graduatoria attuale. In attesa delle sentenze ufficiali del 3 giugno dal Consiglio Federale, possono tirare fuori lo champagne dal frigo per festeggiare dopo l’Igea 1946, di cui avevamo già esaltato la brillante rimonta verso l’Eccellenza della compagine del patron Barresi, finalmente in trionfo pure per la capolista Nuova Azzurra di Barcellona P.G., uno storico ed emozionante salto dalla Prima Categoria alla Promozione che premia i sacrifici del sodalizio presieduto da Giunta. Sostenitori e sportivi barcellonesi raggianti per i doppi successi ottenuti meritatamente nel calcio cittadino, nell’immutato ricordo dei compianti Bucolo “Fiorello”, Andrea Torre e Nino Barone a cui è co-intestato lo storico Stadio D’Alcontres. Tripudio pure per la promozione dalla Terza alla Seconda Categoria per le prime classificate dei locali Comitati, rispettivamente Torregrotta e Novava di Sicilia. Il bilancio in provincia potrebbe arricchirsi anche delle seconde classificate, in quest’ottica sperano Città di S.Agata ed Acquedolci e fribillazione in seno alla squadra del Milazzo per i doppi meriti tra campionato e Coppa.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.