Condividi:

Al D’Alcontres nel match di Coppa Italia valevole per i quarti di finale di andata, l’Igea Virtus batte il Leonzio per 2-1 e inanella la sesta vittoria di fila della stagione. Periodo magico per la società del presidente Grasso che ha dimostrato anche oggi quadratura tattica, spirito di squadra e qualità tattica e tecnica, sostenuta dai gol del solito Isgrò, subentrato nel secondo tempo ha messo il sigillo finale alla gara.

Nel primo tempo, parte forte l’Igea con il gol su punizione di Di Salvo all 11’. Al 22’ ancora pericoloso il giovane attaccante giallorosso che sfiora il palo alla sinistra del portiere ospite.

Al 25′ gli ospiti si fanno insidiosi con un azione a due di Crisafulli e Carbonaro.

Termina così la prima parte di gara sul risultato di 1-0 in favore degli uomini di mister Raffaele.

Nella ripresa al 3’ viene concesso rigore alla Leonzio, si incarica Fascetto di trasformare il penalty e pareggiare i conti.

Al 20′ Raffaele butta nella mischia il tandem d’attacco titolare Isgrò e Cannavò, partiti dalla panchina, scelta che nel finale darà i suoi frutti.

Al 25′ baraonda in campo dopo l’espulsione di mister Raffaele per proteste, con diverse scaramucce tra giocatori delle due compagini, scene che potremmo fare a meno di vedere e di raccontare.

Non succede nulla per circa quindici minuti, gara che sembra destinata al pari e con l’Igea che tenta qualche affondo con Isgrò e Cannavò ma che non producono azioni di pericolo.  Ma al 42′ arriva il gol del neo-entrato Isgrò, bravo a buttarsi in area di rigore come un bomber di razza, e complice un uscita goffa di Bibba, insacca in rete tra il boato del pubblico di casa.

Finisce così il primo atto dei quarti di finale di Coppa Italia, con i giallorossi che vincono il primo round per 2-1, punteggio che permetterà ai ragazzi di Raffaele di andare a Leonzio con più consapevolezza e motivazione al fine di passare il turno.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.