Condividi:

Termina con un risultato ad occhiali, davanti ad un D’Alcontres-Barone gremito (più di 2000 spettatori totali), il match Igea Virtus -Castrovillari, turno infrasettimanale nel giorno dell’Immacolata, valido per la quindicesima giornata del girone I di serie D. Un pareggio che sta stretto ai giallorossi che giocano un primo tempo sottotono, seppur ci provano a sbloccare la gara nei primi 45′. Nella ripresa negli ultimi 20′ è un assedio giallorosso ma il risultato non si sblocca. Igea Virtus che esce comunque tra gli applausi del pubblico, giallorossi che meritavano sicuramente di più per quanto fatto vedere ma che rimangono in testa alla classifica a +5 sulla Cavese e +7 sul Rende. 

Cronaca della gara

Al 6′ prima azione in area di marca giallorossa con il solito Isgrò che salta un difensore ospite e tira di poco fuori.

L’Igea tenta diversi affondi ma non trova gli spazi giusti, mentre il Castrovillari si difende bene. La squadra ospite si fa vedere poco in avanti, tentando solo qualche sporadica soluzione da fuori area.

Al 39′ ci prova il neo-arrivato in casa giallorosso, il centrocampista Postorino che salta un avversario e da fuori area fa partire un tiro velenoso che termina di poco alla destra del portiere Voce.

Termina così sullo 0-0 un primo tempo poco entusiasmante, in cui le due squadre non hanno trovato gli spazi giusti nei primi 20′, anche se i giallorossi si sono mostrati più vivi nella costruzione del gioco rispetto ad un Castrovillari che ha pensato solo a difendersi dalle scorribande di Lanza e compagni.

Nella ripresa, parte forte l’Igea che si fa subito pericolosa con lo spauracchio Isgrò che da fuori fa partire una bordata che lambisce il palo sinistro. Al 7′ si propone Lescano che dopo una bella azione si incunea tra gli avversari ma il tiro risulta troppo centrale per impensierire Voce.

Primi cambi tra i giallorossi, escono Lanza e Mazzù ed entrano Dalia e Cava. Igea Virtus che cerca di imbastire azioni d’attacco ma non trova ancora il pertugio giusto. Giallorossi che vogliono far sua la partita, andando vicinissimi al vantaggio, prima con l’indomabile Isgrò che fa partire una stoccata da fuori area deviata sulla traversa dal portiere ospite, poi sugli sviluppi del corner Dall’Oglio di testa trova la traversa, ed il pubblico a sostegno dei suoi beniamini si fa sempre più caldo e rumoroso. La squadra di Raffaele e padrona del campo, al 22′ Lescano tutto solo in area, esplode un tiro dentro l’area risbattuto su un difensore calabrese, con la palla che termina in corner.

Al 33′ splendido tiro di Longo ancora da fuori area parata in tuffo dal portiere calabrese. Continua il forcing giallorosso. Al 35′ ci prova Lescano su punizione da fuori area, ma la bordata è facile preda di Voce.

Mister Raffaele opta per un altro cambio, esce Cozza per il neo-arrivato Dioum. Nei minuti finali pericoloso in avanti con l’attaccante ospite Opuku in area di rigore si incunea ma arriva Fontana che in scivolata salva un tiro che poteva diventare insidioso.

Al 43′ cross dalla destra dove spizzica di testa Lescano a fare da ‘torre’ per Dioum, il neo-entrato tutto solo defilato davanti alla porta, non riesce per poco ad impattare sulla palla. La squadra di casa ci prova in tutti i modi fino alla fine a trovare la rete per sbloccare la gara, ma oggi non risulta cinica e forse abbastanza ‘fortunata’ per vincere la gara con il Castrovillari.

Igea Virtus che esce comunque tra gli applausi del pubblico, giallorossi che meritavano sicuramente di più per quanto fatto vedere ma che comunque rimangono in testa a +5 sulla Cavese e +7 sul Rende. 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.