Condividi:

Tutto pronto in casa Igea Virtus che si appresta domani ad affrontare la delicata sfida con la Turris dell’ex giallorosso oggi tecnico Giovanni Baratto allo stadio “Amerigo Liguori” di Torre del Greco, per la gara valevole per la ventiseiesima giornata, la nona di ritorno del Girone I del campionato nazionale di Serie D. 

Per i giallorossi di Mister Peppe Raffaele, da mercoledì a ieri sono stati giorni di intenso lavoro in vista dell’insidioso match in terra campana. Seduta di allenamento pomeridiana nella giornata di ieri per Lanza e compagni i ragazzi che hanno lavorato con grande intensità e con il massimo impegno agli ordini del trainer igeano e del suo staff tecnico. Obiettivo vincere e continuare a rimanere appaiata alla Leonzio, prima della sosta della prossima settimana che le permetterà di recuperare energie e soprattutto diversi acciaccati. 

Una gara dal sapore di amarcord, con l’Igea Virtus di Raffaele che sfiderà la Turris di Giovanni Baratto che ha militato con la casacca giallorossa dalla stagione 1995-96 al 2000, con 76 gol in 131 partite. Baratto un idolo per tanti tifosi igeani, ha rappresentato il giocatore simbolo per diverse stagioni vincendo anche il campionato di serie D nella storica cavalcata con Mister Gaetano Auteri nel suo ultimo anno a Barcellona. Domani certamente sarà un’altra storia, il 47enne nativo di Brusciano ma di Torre del Greco, in settimana ha fatto sapere che non risparmierà nulla: “Le emozioni potrebbero essere indescrivibili ad affrontare l’Igea, ma appena l’arbitro fischierà si penserà solo a vincere”.

Andando all’Igea Virtus che al momento risulta seconda in classifica a 54 punti alle spalle della Leoncio distanziata di soli 4 punti e che domani attendono il Gladiator in casa. I giallorossi hanno un ottimo ruolino di marcia con il miglior attacco (41 gol) e miglior difesa (18 reti subite). Numeri importanti al cospetto dell’ottimo lavoro fatto da Raffaele e la società, che consentono all’Igea di essere la rivelazione del torneo in lotta per la promozione diretta in serie C.

Per la gara di domani mister Raffaele dovrà fare a meno ancora di Dall’Oglio. In piena emergenza a centrocampo,  da valutare le condizioni di Pitarresi e del centrocampista Di Grazia, mentre Cozza è squaalificato. Out ancora Biondo e Di Stefano per infortunio.

Formazione. Mister Raffaele si affida al solito modulo 4-3-3. In porta Inferrera. Al centro della difesa Fontana e Cassaro. Nel ruolo di terzini Postorino e l’ormai consolidato Crinò. A centrocampo si spera nel recupero di Pitarresi da centrale, ai lati Dalia e Mosca. In attacco il tridente di tutto rispetto, con al centro bomber Lescano (13 gol all’attivo). Sulle fasce il funambolico Isgrò (8 gol) e il ’98 Longo (6 gol) match winner sabato sera contro il Rende.

Oggi è in programma la consueta rifinitura mattutina allo stadio comunale “D’Alcontres-Barone” di Barcellona Pozzo di Gotto, prima della partenza alla volta di Torre del Greco per l’ostica trasferta campana. 

Intanto è stato accolto nella giornata di ieri il ricorso dell’Igea Virtus riguardo la squalifica di sei giornate inflitte al difensore Maurizio Dall’Oglio dopo la gara casalinga contro il Gela.

La squalifica è stata ridotta da sei a quattro giornate. L’atleta siciliano rientrerà dunque a disposizione del tecnico Giuseppe Raffaele a partire dalla gara esterna contro il Pomigliano e salterà la trasferta contro la Turris ed il match casalingo contro la Sancataldese.
Il ricorso è stato curato dall’avvocato Eduardo Chiacchio. 
Di seguito, il comunicato ufficiale della Corte Sportiva di Appello Nazionale: “Avverso la sanzione della squalifica per sei giornate effettive di gara inflitta al calciatore Dall’Oglio Maurizio seguito gara Igea Virtus Barcellona / Città di Gela del 12-02-2017 (Delibera del Giudice Sportivo presso il Dipartimento Interregionale – Comunicato Ufficiale numero 90 del 15-02-2017). ACCOLTO e, per l’effetto, riduce la sanzione della squalifica a quattro giornate effettive di gara.”

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.