Condividi:

Si torna al “D’Alcontres-Barone”, dopo il pari conquistato sul campo della Nocerina e, tra le mura amiche, sarà ancora derby per l’Igea Virtus. Dopo la Sancataldese, infatti, domani pomeriggio con calcio d’inizio alle 15, i giallorossi ospiteranno il Paceco, matricola trapanese che, per la prima volta, disputa il torneo di Serie D, grazie alla vittoria del campionato di Eccellenza 2016/2017, chiuso al primo posto con 62 davanti al Troina.

E la nuova annata del Paceco parte con la novità in panchina: salutato Massimiliano Mazzara, il presidente Salvatore Marino ha affidato la guida tecnica a mister Francesco Di Gaetano, mentre, per quanto riguarda l’organico, il nome di spicco è sicuramente quello di Christian Terlizzi, difensore classe 1979, che ha sposato la causa rosso-argento dopo una carriera vissuta tra serie A, B e C con Palermo, Sampdoria, Catania, Varese, Pescara, Siena e, nelle ultime stagioni, nel Trapani.
Di Peri del 1988, Lo Bue del 1989, Marino, classe 1975, e Bognanni, classe ’90, sono gli altri giocatori più esperti in un gruppo che la società ha deciso di rinnovare: ceduti Barraco, Scarpitta, Agate, Fricano, Parisi e Keba, il Paceco ha puntato sui giovani per comporre il 3-5-2 utilizzato da mister Di Gaetano nelle prime uscite stagionali. Una formazione composta da diversi ex Trapani, dal quale sono arrivati i difensori Pierluigi Benenati (classe 1997) e Marco Cosentino (1998), il centrocampista Pietro Marino (1997) e l’attaccante Davide Gastone (1997). Dal Catania, invece, è stato prelevato Christian Ferraù, centrocampista classe 1998, dall’Akragas l’attaccante, del 1999, Girolamo Blandina, mentre dal Lecce è arrivato il centrocampista Vincenzo Cappilli (1999).
È stato un inizio in salita per la matricola trapanese che, alla prima ufficiale, è stata eliminata in Coppa Italia dalla Sancataldese (1-0), mentre in campionato ha esordito con una sconfitta interna (0-2) contro l’Ercolanese. Dopo il turno di riposo, i rosso-argento (avrebbe affrontato la Vibonese) si sono riscattati superando 2-1 la Palmese con le reti di Cappilli e Terranova, prima del gol ospite di Orlando, ottenendo così i primi tre punti stagionali e annullando la penalizzazione (-1) in classifica.

In casa Igea Virtus si è lavorato bene per tutta la settimana agli ordini di mister Peppe Raffaele, che dovrebbe avere tutti a disposizione in vista di un match che merita la massima attenzione con l’obiettivo di mettere in cascina altri punti preziosi per il morale e la classifica di capitan Dall’Oglio e compagni. Nel consueto 4-3-3 del tecnico giallorosso, i probabili undici: Ingrassia in porta, in difesa coppia centrale formata dai soliti Dall’Oglio e Fontana, con Gatto a destra e Cuzzilla a sinistra, si dovrebbe rivedere sulla mediana Pitarresi e Biondo, con molta probabilità anche Trombante l’autore del gol in campania, in fase offensiva tanta concorrenza per il tridente: dato quasi per certo in attacco Fioretti dall’inzio, al posto di Santino Biondo, affiancato dal rientrante Merkaj e Biondi, anche se scalpita anche Kacorri.
La gara del “D’Alcontres-Barone” sarà, quindi, la prima esterna del Paceco, privo dello squalificato Perri, in un match diretto dall’arbitro Luigi Catanoso della sezione di Reggio Calabria e coadiuvato dagli assistenti Mattia Roperto della sezione di Lamezia Terme e Michele Rispoli della sezione di Locri.

Altre gare di Serie D in programma nel girone I per la quarta giornata di andata:

Acr Messina- Gela

Ebolitana- Sancataldese

Ercolanese- Nocerina

Igea Virtus- Paceco

Palazzolo- Gelbison

Palmese- Isola Capo Rizzuto

Roccella- Cittanovese

Troina- Acireale

Vibonese- Portici

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.