Condividi:

Il derby del ‘Marco Salmeri’ viene vinto con merito dall’Igea Virtus che sbanca il campo dei rossoblu con un gol dell’ex di turno Dall’Oglio. Derby contraddistinto da poche emozioni, in cui la squdra di Peppe Raffaele è stata brava a sfruttare l’episodio giusto nel secondo tempo, facendo vedere sprazzi di bel gioco con delle belle giocate di Isgrò e Biondo e mettendo tanta sostanza a centrocampo.  Presenti più di 300 tifosi giallorossi mentre dal lato rossoblu un centinaio circa, per i complessivi 800 spettatori circa.

Cronaca della gara.
Primi 20 minuti di studio ed equilibrio tra le due compagini. L’ azione più pericolosa è di marca milazzese su contropiede, quando Aloe mette una palla dalla fascia per Costa che tira in diagonale, palla ben respinta da Inferrera.
L’Igea si fa sotto dal 25’ sfruttando le azioni sulle fasce e mettendo in difficoltà gli uomini di coach Alacqua. Pochi minuti dopo, calcio di punizione pericoloso di Fantino deviato da Inferrera.
Al 29’ bella azione di Cannavò che dopo due dribbling in area ai danni di due difensori, cade a terra, rigore sospetto non fischiato dal direttore di gara sign. Andrea Ancora.
Non succede nulla di nota nel finale della prima parte di gara. Termina così il primo tempo con il risultato ad occhiali e con poche emozioni.
Nella ripresa, in avvio parte bene l’Igea Virtus prima con il tiro di Isgrò che da dentro l’area fa un gesto tecnico al volo pregevole, con palla che viene deviata sopra la traversa da Di Dio. Al 4’ su azione di calcio d’angolo viene messa una buona palla per Cardia che defilato piazza un bel tiro sfiorando il palo destro del portiere locale.
Al 10′ tiro debole all’angolo di Biondo parato agevolmente da Di Dio
Arriva così al 16’ il gol da parte dell’ex di turno Dall’Oglio che spizzica di testa, anticipando il difensore milazzese e piazzando la palla all’angolo sinistro, su una bella punizione dal limite messa in area da Cardia.

Più di 20′, in cui l’Igea tiene bene il campo provando ad imbastire qualche nuova azione, mentre il Milazzo sembra avere poche idee, in cui succede ben poco.

Al 34′ punizione di Fleri da fuori area che piazza un tiro parato con tranquillità da Inferrera. Al 42’ punizione insidiosa dalla sinistra di Aloe che oltrepassa tutta l’area passando davanti al portiere ospite e sfiorando il palo sinistro di Inferrera, tirano un sospiro di sollievo i 300 tifosi ospiti venuti a Milazzo.
Finale a tinte rossoblu, con il Milazzo che prova gli ultimi forcing offensivi, con l’ultima azione al 46′: punizione dal limite battuta addirittura dal portiere Di Di Dio che va a sbattersi su un giocatore giallorosso.
Al fischio finale è festa per gli uomini di Peppe Raffaele che sbancano il ‘Marco Salmeri’ portando via tutta la posta in palio nel derby vinto con merito grazie all’ impegno e al gioco di squadra, sfruttando l’episodio giusto e facendo vedere maggiore gioco e qualità in campo.

Tifosi giallorossi 300 mentre dal lato rossoblù un centinaio circa; spettatoti totali 800 circa.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.