Condividi:

Sfida d’alta quota e dal fascino importante in programma stasera, calcio d’inizio alle 19, allo stadio “D’Alcontres-Barone”, per l’ Igea Virtus che ospita il Rende per il match valevole per la venticinquesima giornata, l’ottava di ritorno del Girone I del campionato nazionale di Serie D.

Gara anticipata a sabato sera, con il beneplacito di società e Lega, in vista delle manifestazioni carnevalesche che si terranno domani nella città del Longano. Un vero e proprio banco di prova per capitan Lanza e compagni, reduci dalla preziosa vittoria di Aversa la scorsa domenica, dopo il pari casalingo nel derby con il Gela che aveva lasciato l’amaro in bocca a tutti.

Partita molto interessante sia per il valore tecnico delle due squadre che per la classifica. I giallorossi si trovano in terza piazza a -2 dalla seconda Cavese ed a -4 dalla capolista Leonzio, affronteranno la quarta forza del torneo a quota 44 punti insieme al Gela. Un risultato utile stasera potrebbe valere molto anche in ottica di accorciare punti rispetto alle prime due che si sfideranno domani a Cava dei Tirreni.

La “truppa” giallorossa in settimana ha preparato bene il match di stasera, in vista anche della gara serale. Ieri sera infatti mister Raffaele ha voluto fare una sessione di allenamento per tastare bene in serale il terreno dello stadio “D’Alcontres-Barone” .

Il tecnico giallorosso anche questa settimana dovrà fare i conti con indisponibili e squalificati, cercando di trovare il giusto assetto tattico. Con molta probabilità verranno riconfermati gli stessi 11 di Aversa, il solo dubbio rimane in attacco con Isgrò non al meglio. In difesa manca ancora Dall’Oglio per squalifica, ci saranno Cassaro, Fontana, Lanza e si rivedrà Crinò in versione esterno di difesa. A centrocampo, al centro Cozza, interni Mosca a sinistra, e Postorino a destra. In attacco Lescano, Longo e si spera nel recupero di Isgrò, altrimenti si opterà per Lopez.

Risultano ancora out, i lungodegenti Gabriele Di Stefano e Giovanni Biondo. Seduta differenziata, invece, per Francesco Pitarresi, che rientrerà nella gara esterna con la Turris.

In vista dell’importante gara di stasera, serve il pubblico delle grandi occasioni, così come visto nel derby contro il Gela. Il sostegno del “D’Alcontres-Barone” potrebbe dare come sempre una spinta in più alla squadra giallorossa che punta a regalare un’altra prova di forza ed orgoglio con l’obiettivo di vincere e continuare a sognare..

In settimana il capitano Marco Lanza ha chiamato a raccolta il pubblico giallorosso. Nelle sue vene scorre il sangue giallorosso e con 78 presenze e 2 reti in riva al Longano è senza ombra di dubbio uno dei calciatori più rappresentativi dell’Igea Virtus.

Il capitano Marco Lanza tutto cuore, corsa, orgoglio e grande tecnica, barcellonese doc classe 1990, alla sua terza stagione consecutiva in maglia igeana.
Domenica scorsa i barcellonesi hanno ottenuto un importante successo in terra campana contro l’Aversa Normanna, mettendo in campo una grandissima prestazione: “E’ stata la vittoria del gruppo – ha dichiarato il capitano giallorosso – , meritata soprattutto alla luce di ciò che abbiamo creato nonostante le numerose assenze. Abbiamo espugnato un terreno difficile in cui molte squadre hanno fatto fatica, ma noi avevamo una grandissima voglia di riscattare gli ultimi risultati negativi in trasferta. Adesso dobbiamo continuare su questa scia”.
Per lui in carriera 29 presenze in Promozione con le maglie di Ciappazzi e Mazzarrà, 2 gol in 86 partite in Eccellenza con Igea Virtus e Mazzarrà ed 1 gol in 107 partite in Serie D con Igea Virtus e Modica.
“Nelle ultime settimane il mister sta avendo qualche difficoltà per via delle tante assenze – continua – e domenica scorsa ad esempio ha schierato me a centrocampo, con Filippo Crinò nel ruolo di terzino sinistro ed Antonio Mosca come mezzala. E’ stato costretto a diverse scelte forzate, ma il nostro è un gruppo vero e chi indossa questa maglia sta dimostrando grande attaccamento e spirito di sacrificio. E’ doveroso ringraziare la società che non ci fa mai mancare niente ed è perennemente vicina alla squadra”.
L’Igea Virtus sta disputando un torneo a dir poco straordinario grazie al grandissimo lavoro del mister Giuseppe Raffaele: “I risultati sono il frutto del nostro lavoro e soprattutto del grande valore del nostro allenatore – afferma Marco Lanza – . Parte tutto da lui, ha saputo creare un grandissimo gruppo, è estremamente preparato da un punto di vista tecnico-tattico ed anche nelle situazioni più difficili è sempre riuscito a tirare fuori il massimo da ognuno di noi”.

In vista della gara di stasera con il Rende, il capitano ha fatto appello al calore del pubblico del Longano: “Vogliamo una bolgia. L’auspicio è quello di vedere gli spalti gremiti, abbiamo bisogno del supporto dei nostri sostenitori. Noi daremo il cento per cento, come sempre, con l’obiettivo di portare a casa i tre punti e per regalare una vittoria ai nostri tifosi”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.