Condividi:

Termina 1-1 lo scontro al vertice del torneo di Eccellenza, di scena al D’Alcontres tra l’Igea Virtus e la Sicula Leonzio. Pubblico delle grandi occasioni con più di 1200 spettatori presenti in tribuna. Da segnalare anche la presenza in gradinata ospiti di un gruppo di tifosi venuti da Lentini a seguire la propria squadra. Una gara equilibrata in cui la squadra di mister Peppe Raffaele priva di diversi giocatori su tutti, Crinò, Biondo e Dall’Oglio, ha fatto una buona partita trovando il gol nel primo tempo con bomber Isgrò, autentico trascinatore dei giallorossi. Nella seconda parte, la Leonzio entra in campo con maggiore cattiveria e trova il pareggio con Mautone ma l’Igea non molla fino alla fine e tenta il tutto per tutto per trovare la rete della vittoria. Risultato finale che beneficia la Leonzio, anche se i giallorossi da parte loro hanno dimostrato ancora una volta carattere e cuore oltre che qualità, ingredienti fondamentali per proseguire il torneo al vertice.

Cronaca della gara.

Nei primi minuti i giallorossi si fanno vedere in avanti con due punizioni che vengono agevolmente parate dal portiere ospite Vitale. Al 12’arriva il tiro del giovane igeano Mazzù che da fuori area fa partire un pallone che termina sopra la traversa.
Al 20’ rischia l’autogol la Leonzio, errore in disimpegno tra il difensore e il portiere Vitale che è costretto a salvare la palla sulla linea in seguito ad un retro passaggio poco preciso.
Succede ben poco nei restanti 20’ di gioco, con l’Igea che prova ad imbastire qualche azione dalle fasce ma non riesce a trovare gli spazi giusti.
Al 40’trova la rete l’Igea Virtus grazie ad una galoppata sulla fascia sinistra ed il bel cross di Cannavò, arriva il gol con una zampata vincente del bomber di casa Isgrò, mandando i tifosi in delirio.
Al 42’altra azione di Isgrò che salta due avversari sulla sinistra e mette una palla insidiosa al centro che Vitale para in tuffo.
Nella ripresa, parte forte la squadra ospite, ed al 5’ arriva il pari della Leonzio ad opera di Mautone, bravo a ribattere sottoporta  dopo un azione concitata in area di rigore giallorossa e in seguito alla parata di Inferrera bravo a deviare un tiro insidioso dell’attaccante ospite.

Al 25′ l’Igea va vicina al gol con Cardia che spizzica di testa con la palla che supera la traversa dopo un cross dalla destra.

Nei minuti successivi i giallorossi provano a salire il baricentro e ad impensierire la Leonzio, andando vicinissimi al gol al 30′ se non fosse per Vitale che compie un autentico miracolo su colpo di testa di Cannavò trovatosi a tu per tu con il portiere ospite che devia d’istinto.

Nei minuti finali l’Igea tenta gli ultimi arrembaggi prima con Cardia su punizione che trova la deviazione della barriera e poi con altre azioni sulle fasce. Non succede più nulla, con la gara che finisce in parità sul punteggio di 1-1.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.