Condividi:

Sfida play-off importante per i giallorossi, che archiviata l’ultima sosta di campionato, prende il via il rush finale della stagione dell’Igea Virtus con il match interno contro l’Ercolanese che, con 51 punti, occupa il quinto e ultimo posto utile in chiave play-off e segue i barcellonesi ad appena tre lunghezze.

Per la squadra di Peppe Raffaele che in settimana ha cercato di preparare al meglio la gara di domani pomeriggio, penultima al ‘D’Alcontres-Barone’, con l’obiettivo di vincere il match che vede quarta contro quinta forza del torneo ed allungare a +6 sui campani.

Un vero scontro diretto quello del “D’Alcontres-Barone”, dove sarà di scena una formazione, quella campana, che, pur reduce da due sconfitte consecutive contro Vibonese e Messina, nel corso del torneo si è dimostrato un avversario ostico anche in trasferta. Lontano dalle mura amiche, infatti, i granata hanno totalizzato 19 punti, frutto di 4 pareggi e 5 vittorie, le ultime due consecutive sui campi di Acireale e Troina.
Sconfitta nel match di andata per 2-0 con reti di Kacorri e Santo Biondo, nel girone di ritorno l’Ercolanese non ha mai conosciuto il segno X, vincendo 8 delle dodici gare disputate.
Senza Giacobbe, Platone, Prisco, Buoniconti, Cuomo, Simone, Russo e Vitiello, che hanno lasciato la squadra, mister Luigi Squillante può contare su nuovi innesti come il portiere Luigi Cioce (‘99), i centrocampisti Gianluca Catavere, Francesco Ferrieri (entrambi ‘99), Marco Conte e Bruno Pezzella, e gli attaccanti Pasquale Maisto e Manuel Cristaldi.
Squalificato il difensore Varchetta, fermato per un turno dal giudice sportivo, e indisponibili il difensore Francesco Rossi e l’attaccante Manuel Cristaldi, resta in dubbio anche l’infortunato Bruno El Ouazni, miglior realizzatore granata e capocannoniere del girone I con ben 18 reti segnate sulle 46 complessive della squadra che, invece, ne ha subite 28.

In vista della gara di domani con l’Ercolanese, la probabile formazione giallorossa rispetto alla squadra scesa in campo con il Roccella, subirà delle modifiche soprattutto in attacco. Tra gli undici: Ingrassia in porta, al centro Fontana e Ferrante sulle fasce D’Antonio e Sanatamaria, a centrocampo Pitarresi al centro, Biondi e Biondo interni di mediana, in fase offensiva Mercaj dovrebbe unirsi a Kosovan e Kacorri, per formare il tridente d’attacco.

Al “D’Alcontres-Barone” calcio di inizio alle ore 15, arbitra da Costin Spataru della sezione di Siena, coadiuvato dagli assistenti Giorgio Ravera della sezione di Lodi e Luca Landoni della sezione di Milano.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.