Condividi:
Si è tenuta presso la Sala Venini del Comune di Castroreale, alla presenza di tutti i partner coinvolti e di una nutrita rappresentanza della comunità, è avvenuta la presentazione di InCastro 2021, il progetto ideato e portato avanti dall’associazione Vento di Scirocco – già promotrice delle attività della casa d’arte Casa Faranda – con la collaborazione del Comune di Castroreale e dell’associazione IterCulture.

Il progetto del 2021 ha preso avvio dalla filosofia ispiratrice del progetto Offerta della Parola, ideato e promosso dall’artista e mecenate Antonio Presti, presidente di Fiumara d’Arte, che ha dato il via alla presentazione con un accorato discorso, rivolto soprattutto alle giovani generazioni, volto a riflettere sul concetto di identità, memoria, partecipazione attiva, sapere e condivisione. Parole “emozionali” che convergono tutte nel concetto di amore per il proprio territorio, cura del passato e del presente per costruire insieme un futuro pieno di bellezza. Il progetto di Presti, accolto dalla comunità castrense grazie all’instancabile lavoro dei direttori artistici di InCastro, Giorgia di Giovanni  e Pierfrancesco Mucari, ha lo scopo di “muovere parola”, suscitare emozioni che possano trasformarsi in parole da donare a Castroreale, una nuova veste che raccoglie la storia del paese e della sua comunità, per non dimenticare, per non andare via, per amare e amarsi e decidere, con coraggio, di restare. Le attività di InCastro, pertanto, sono volte alla condivisione, nate per la comunità e con la comunità, in tutto il territorio castrense, per riflettere e muovere parola; parole che, una volta donate, diventeranno delle installazioni permanenti sui muri, sulle ringhiere, negli scorci più belli della cittadina, per alzare lo sguardo al cielo e diventare, tutti insieme, poesia.

La giornata di apertura di InCastro è proseguita con la prima azione volta a muovere parola, grazie al contributo dei sociologi Valentina Raffa e Pier Paolo Zampieri che hanno avviato una tavola rotonda, un brain storming volto a scoprire le parole emozionali donate da uno dei borghi più belli d’Italia.

InCastro attiverà i processi necessari per donare parola con le Azioni Cittadine Spontanee legate al progetto “Le Radici di Artemisia – Opere gentili”: a partire dal 6 giugno 2021, una serie di azioni spontanee condurranno la comunità, guidata da esperti locali, associazioni ed enti, a raccogliere e prendersi cura di piante endemiche, tra cui l’Artemisia – alla quale è legata la storia leggendaria di Castroreale; l’11 luglio, le piante e le fitocelle verranno ospitate all’interno delle Opere gentili, sculture e installazioni realizzate e donate da artisti che saranno collocate in diversi punti del territorio castrense, per vestirlo con cura, nel nome della memoria storica, dell’arte e della connessione tra la comunità e le sue radici.

Dal 17 al al 24 luglio, prenderà il via la terza edizione di InCastro Festival, con l’intento di condividere i progetti realizzati e promuovere nuove connessioni e sinergie, sempre finalizzate all’offerta della parola. Numerosi artisti afferenti a diverse discipline (danza, musica, teatro, videomaking) abiteranno Castroreale in un susseguirsi di residenze, laboratori, prove creative e incontri con la comunità e il pubblico presente, anche nella forma di prove aperte e restituzioni artistiche, quali il concerto del gruppo The L.Switters Brotherhood & Society (Sicilia/Olanda), promotore di un’azione volta a riflettere e far riflettere sul concetto del Genius Loci, o le videoinstallazioni che il 23 e il 24 luglio saranno proiettate in 4 differenti location del paese. Nella serata del 24 luglio, a partire dalle 18, InCastro Festival 2021 offrirà al territorio un evento conclusivo che racconterà il percorso intrapreso e lancerà nuove sfide e nuovi propositi, iniziando con l’incontro Panorama – Unione d’arti, passando per diverse performance che animeranno le più belle piazze castrensi con ospiti d’eccezione quali il famoso coreografo internazionale Virgilio Sieni, direttore artistico del Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza di Firenze, uno dei 4 centri nazionali di produzione della danza in italia.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.