Condividi:

Blocco dei tir dei rifiuti davanti ai cancelli, si va verso una crisi nella raccolta differenziata nei comuni che scaricano ad Alcamo. Da Palazzo Longano, dopo lo stop al conferimento della discarica, l’amministrazione comunale fa sapere alla cittadinanza che potrebbero verificarsi ritardi nella raccolta dei rifiuti dovuti a problemi nello smaltimento dell’indifferenziato. Sulla stessa scia anche la comunicazione del sindaco Maurizio Crimi, che invita alla collaborazione i cittadini di Furnari.

Il gestore ha infatti comunicato alla Regione Siciliana e ai comuni interessati, tra cui anche il nostro, che il sito è quasi saturo. Come Amministrazione Comunale, abbiamo scritto nei giorni scorsi agli organi preposti per chiedere delucidazioni. Oggi, con una nota a firma del sindaco Pinuccio Calabrò e dell’Assessore Filippo Sottile, l’Amministrazione si è rivolta all’Assessore Regionale all’Energia e ai Servizi di Pubblica Utilità, onorevole Alberto Pierobon e al Dirigente del Dipartimento Regionale Acqua e Rifiuti, Ingegnere Calogero Foti. La nota spiega che, alla luce dell’impossibilità di conferire ad Alcamo, la mancata indicazione di un impianto/piattaforma presso il quale conferire la produzione dell’indifferenziato determinerà, nel brevissimo tempo, il conclamarsi di una grave emergenza igienico – sanitaria su tutto il territorio del Comune.

“Ragion per cui, l’Amministrazione ha chiesto che il Comune, il secondo più popoloso della provincia di Messina, possa essere autorizzato a conferire i rifiuti indifferenziati presso altro impianto – possibilmente Sicula Trasporti – o comunque intervenire nelle forme meglio ritenute opportune, quanto prima, al fine di scongiurare la paventata emergenza. Auspicando che la situazione possa risolversi in tempi rapidi, si confida nella collaborazione della cittadinanza al fine di non abbandonare i propri rifiuti per strada”.

Così anche il primo cittadino di Furnari Crimi, che in una nota del pomeriggio scrive: “E’ di qualche mese il provvedimento regionale che obbliga il Comune di Furnari insieme ad altri enti a conferire i rifiuti solidi urbani presso la discarica di Alcamo. Nella giornata di ieri, 09 novembre 2020, all’autocarro contenente i rifiuti del territorio comunale è stato impedito l’accesso ed è stato costretto a ritornare carico di rifiuti.

Il gestore della discarica ha comunicato a tutti i comuni obbligati a conferire presso il sito di Alcamo, compreso quello di Furnari, che l’impianto è quasi saturo e necessita di un aumento del 20% che la Regione deve ancora autorizzare.

L’autorizzazione deve pervenire dall’Assessorato regionale dell’energia che sta in queste ore lavorando per la soluzione del problema. Allo stato i cancelli della discarica di Alcamo restano chiusi per il Comune di Furnari come per gli altri comuni obbligati a conferire a Trapani.

Questa situazione potrà comportare degli evidenti disservizi – conclude il sindaco – nella raccolta dei rifiuti indifferenziati. Si confida nella collaborazione dei cittadini nell’attesa che la situazione possa trovare una rapida regolarizzazione”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.