Chiusura ‘Ponte Termini’ per lavori Anas, tavolo tecnico accoglie osservazioni dei sindaci

Condividi:
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Macrolibrarsi

Nella mattinata di oggi a Palermo è stato convocato direttamente dall’Assessore regionale delle Infrastrutture, On.le Marco Falcone, presso la sede dell’Assessorato regionale, il tavolo tecnico chiamato ad affrontare il nodo della viabilità alternativa che dovrà assicurare lo scorrimento dei flussi veicolari lungo la S.S. 113 tra i territori dei Comuni di Barcellona Pozzo di Gotto e di Terme Vigliatore nel periodo – circa un anno secondo le previsioni – in cui Ponte Termini, che collega le due sponde del torrente Patrì, sarà interdetto al transito per l’esecuzione dei lavori di manutenzione disposti dall’ANAS, Ente proprietario dell’importante infrastruttura stradale.

Come si ricorderà, il tavolo tecnico era stato richiesto dai sindaci dei due Comuni con lettera dello scorso 21 giugno nella quale erano rimarcati i diversi profili di criticità della viabilità alternativa pianificata dall’ANAS.
Alla riunione odierna hanno partecipato, oltre al citato Assessore regionale e ai due sindaci, Roberto Materia e Domenico Munafò, il Direttore Generale dell’Assessorato delle Infrastrutture, Dr. Fulvio Bellomo, l’Ing. Chiofalo della Città Metropolitana di Messina e i vertici regionale dell’ANAS.
Il Tavolo ha accolto appieno le osservazioni avanzate dai rappresentanti dei Comuni interessati e convenuto circa l’inadeguatezza di entrambe le proposte di viabilità alternative formulate dall’ANAS, che manifestano significativi profili di criticità soprattutto per le esigenze di mantenimento di adeguati livelli di sicurezza collettiva comprensoriale.
Si è dunque convenuto di aggiornare il tavolo tecnico alla settimana prossima, così da consentire ai tecnici ANAS di elaborare ulteriori ipotesi di soluzione che siano in grado di assicurare maggiore fluidità allo scorrimento veicolare e più elevati livelli di sicurezza territoriale.
L’Assessore Falcone, peraltro, ha fornito rassicurazioni su un eventuale intervento finanziario della Regione utile a sostenere la realizzazione dell’ipotesi di viabilità alternativa che dovrà essere approntata dall’ANAS e così a dare rapida soluzione alla questione.
A margine dell’incontro odierno è stata affrontata anche la questione dell’intervento sul ponte di attraversamento sul torrente Mela lungo la litoranea di c.da Caldà – e della viabilità alternativa che dovrà essere assicurata in concomitanza dei lavori che lo interesseranno – per la quale è stato fissato un ulteriore tavolo tecnico, convocato sempre presso l’Assessorato delle Infrastrutture.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.