Condividi:

Nel dibattito politico sull’imminente chiusura del pronto soccorso dell’Ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto esprime il suo disappunto l’ex primo cittadino Maria Tetresa Collica.  Lo scenario che si presenta rappresenta secondo la Collica “l’ultima delle beffe riservate dalla classe politica ai cittadini.

A chi in questo momento prova ad attribuire ad altri le responsabilità di questo risultato, voglio ricordare che i toni da campagna elettorale erano ben diversi, quando tutto veniva con enfasi ricondotto ad un problema di mancata autorevolezza. Ma sarebbero arrivati loro a riportare il nostro Ospedale alla funzionalità di un tempo.
Che perciò adesso il Sindaco arrivi a sostenere che al momento dell’insediamento della sua amministrazione fosse già tutto definito, suona falso e tardivo, anche perché l’emergenza urgenza in passato non era mai stata messa in discussione.
Colpa del Presidente della Regione e del ministro, si dirà, ma io aggiungo anche di tutta la deputazione regionale facente parte della Commissione sanità che a più riprese ha determinato la sorte della sanità siciliana. Per questo vedere adesso Formica e Picciolo impegnati in un ridicolo canto del cigno e addirittura scambiarsi reciproche accuse è intollerabile. Questo gioco delle parti è offensivo per tutti i cittadini. Dietro il risultato di oggi ci sono le scelte vergognose del passato fatte per difendere i protetti di turno, ci sono gli scambi di favori e le spese irrazionali, che portano adesso a dover razionalizzare l’offerta sanitaria, ma con un vizio di fondo insanabile.
La verità è che oggi ha perso la politica, ha perso la politica locale, quella regionale e anche quella nazionale. Perché quando non si riescono più ad assicurare le risposte essenziali ai cittadini, come quelle relative alla salute, si dovrebbe capire che si è fallito miseramente e fare un’analisi vera per capire dove si è sbagliato.
Di fronte a tutto questo occorre trovare tutta la forza per lottare ed impedire di essere scippati del nostro diritto più grande”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.