Condividi:

Nella giornata di ieri l’attacco frontale e senza mezzi termini del sindaco di Messina e della Città Metropolitana, Cateno De Luca, nei confronti del Direttore Generale Asp Messina Paolo La Paglia, con un chiaro invito all’Assessore Razza a sostituirlo “per varie negligenze nella gestione dei nosocomi specie quelli di Barcellona PG e Taormina”.

Oggi la reazione di La Paglia attraverso una nota: “Mercoledì 16 dicembre sono stato informato a Palermo, mentre ero in riunione in Assessorato insieme ai direttori generali della ASP metropolitane di Catania e Palermo, del comunicato e del video del Sindaco di Messina On. Dott. Cateno De Luca.
Amareggiato mi astengo dal commentare a caldo il linguaggio e le “circonlocuzioni” usate nei miei confronti, che grande turbamento e preoccupazione hanno prodotto ai miei familiari, riservandomi ogni successiva determinazione in merito.
Ritengo singolare la coincidenza tra le “attenzioni mediatiche” che ha ricevuto la mia persona negli ultimi quindici giorni e la mancata mia firma di una proposta di delibera urgente che impegnava l’ASP di Messina in un contratto settennale con un impegno di spesa di oltre dieci milioni di euro.
Ho immediatamente chiesto all’Assessore Razza, alle cui determinazioni mi rimetto con grande serenità, la nomina di una commissione regionale di verifica per accertare gli accadimenti relativi alla gestione dell’emergenza Covid 19 presso l’ASP di Messina.
In data 10 dicembre, a seguito di notifica della deliberazione di Giunta di Governo Regionale n.553/2020, avevo anche inoltrato allo stesso Assessore richiesta di nomina di un Commissario Emergenza Covid 19 per l’area metropolitana di Messina, in analogia a quanto già avvenuto in precedenza per i comprensori metropolitani di Palermo e Catania”.

Nel pomeriggio di ieri Cateno de Luca aveva annunciato la sua protesta e le motivazioni attraverso il video che dalla sua Pagina ufficiale ha girato su numerosi social: “Da mercoledì 23 dicembre inizierà la mia l’occupazione dell’ASP di Messina se l’assessore regionale alla sanità Ruggero Razza non rimuoverà questo incapace di La Paglia!
Spendere circa 250 Mila euro per un direttore generale che non sa amministra neppur un Condomio di Fiumedinisi (cioè Mono familiare) non solo e’ una bestemmia ma mette a repentaglio la pubblica e privata incolumità.
Tamponi che si perdono, rifiuti lasciati a casa delle famiglie in isolamento per Covid, inesistente gestione del tracciamento, falsi posti letto nelle terapie intensive…
Ma cosa volete altro per prendere a calci in culo un incapace del genere? Di quale coperture politiche o delinquenziali gode questo personaggio ? Avv. Assessore RUGGERO Razza tra quanto nano secondi ci togli La Paglia dalle Balle ? Urge massiccia condivisione per far pervenire questo post all’assessore Razza ed al Presidente Musumeci”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.