Condividi:

Boom di contagi registrato nell’ultimo report con 1.681 nuovi casi di Covid19 nelle ultime 24 ore in Sicilia a fronte di 22.589 tamponi processati. L’incidenza risale poco al di sopra del 7,4%, ieri era un punto in meno, al 6,4%.

L’isola resta sempre nettamente al primo posto per nuovo contagio giornaliero seguita dalla Toscana con 754 casi, meno della metà. Gli attuali positivi sono 26.525 con un aumento di altri 415 casi. I guariti sono 1.255 mentre si registrano altre 11 vittime che portano il totale dei decessi a 6.285. Sul fronte ospedaliero sono adesso 881 i ricoverati, 26 in più rispetto al giorno precedente mentre in terapia intensiva restano 103 esattamente come ieri.
Sul fronte del contagio nelle singole province la situazione è la seguente: Palermo 329, Catania 353, Messina 18, Siracusa 233, Ragusa 308, Trapani 126, Caltanissetta 94, Agrigento 133, Enna 87.

“Ho appena firmato una nuova ordinanza che porta la Sicilia in zona gialla. È la conferma che il virus non è ancora sconfitto e che la priorità è continuare ad investire sulla campagna di vaccinazione e sui comportamenti prudenti e corretti di ciascuno di noi”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza.

“La zona gialla in Sicilia, decisa dal ministro per la Salute che ho sentito poco fa al telefono, non coglie di sorpresa alcuno. E’ il risultato di un’Isola che negli ultimi mesi da un lato ha subìto la intensa propaganda contro il vaccino, dall’altro lato e’ stata meta di milioni di turisti.

Per la fortuna dei nostri operatori, aggiungo, non cambia molto col giallo, ma deve suonare come una campanella forte”. Lo afferma il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, aggiungendo che “non si può subire ancora l’egoismo di una minoranza e l’ipocrisia di qualche politico alla ricerca di facile consenso”. “Mi aspetto che i siciliani non vaccinati contro il Covid – prosegue Musumeci – sentano la priorità di dare corso a questo dovere civico. Cos’altro deve accadere perché si convincano? Se nella terapia intensiva dei nostri ospedali vanno quasi tutti i non vaccinati, si vuole finalmente prendere contezza della necessità di proteggersi? La mia ordinanza sulla vaccinazione nei 55 Comuni più esposti è operativa. Valuterò domani se estenderla a tutti i centri sotto i parametri di immunizzazione, a prescindere dalla diffusione del contagio. Non si può subire ancora – sottolinea Musumeci – l’egoismo di una minoranza e l’ipocrisia di qualche politico alla ricerca di facile consenso. Dobbiamo tutti e presto tornare alla vita normale”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.