Condividi:

Un inizio di settimana nell’emergenza rifiuti, per i milazzesi. Da lunedì infatti la discarica di Alcamo – che è quella assegnata al comune di Milazzo per il conferimento dell’indifferenziata – è chiusa.

Il gestore infatti ha deciso di bloccare i conferimenti sino a quando la Regione non autorizzerà l’ampliamento del sito, saturo a seguito di una maggiore presenza di comuni provenienti da tutta la Sicilia per smaltire i rifiuti prodotti. In questo momento tutti i mezzi della “Super Eco”, la ditta che ha in appalto il servizio nella città del Capo, sono bloccati e soprattutto carichi di spazzatura.
Ciò non consente il ritiro di altri rifiuti che saranno prodotti nella giornata di domani. Già oggi in molte zone si sono registrate criticità e i sacchetti con l’indifferenziata non sono stati ritirati.
Il sindaco Pippo Midili, che già ieri aveva informato la cittadinanza con una comunicazione ufficiale del rischio emergenza, proprio per i problemi esistenti tra il gestore della discarica e la Regione, adesso lancia un invito ai cittadini a non conferire rifiuti in attesa che si trovi una soluzione alla vicenda.
“Abbiamo tutti i mezzi pieni –afferma – nessun posto dove portare i rifiuti e nessun modo per raccogliere quelli dei prossimi giorni. Ci siamo attivati per trovare una soluzione alternativa o comunque per far sì che i rifiuti possano essere tolti dalla strada. Vedremo domani di concretizzare la soluzione immaginata. Nel frattempo chiedo ai cittadini di evitare il conferimento della frazione “secco” (domani è previsto il vetro e le lattine e giovedì la plastica), cercando di limitare, per quanto possibile l’umido. So che non è facile, ma occorre comprendere che per muoverci in un altro sito, anche fuori regione, non basta solo la nostra volontà, ma occorre l’autorizzazione dell’assessorato”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.