Condividi:

“Il commercio interno ha subito una brusca frenata a causa delle misure dettate dalla pandemia mondiale da covid-19. Il commercio digitale ha invece ripreso in maniera molto forte la sua crescita constatando l’incremento di vendite sulle principali piattaforme digitali di e-commerce gestite all’estero.”

Con queste premesse il deputato regionale Antonio Catalfamo ha presentato la sua idea di “Amazon regionale” ossia una piattaforma di e-commerce virtuoso dove i costi di gestione e promozione sono a carico della Regione.

“Con questo ddl vorremmo bypassare quei limiti in termini di costi che i grandi distributori online hanno, in alcuni casi fino al 20% sulla vendita. Noi proponiamo, con questo disegno di legge, una piattaforma virtuosa dove il commerciante, artigiano o imprenditore siciliano non deve pagare nulla. Ciò che vende intasca. La Regione mette la struttura a disposizione e si sobbarca i costi di gestione e promozione sul web nei mercati internazionali. Credo che un sito web dove comprare prodotti made in Sicily certificati dalla stessa Regione Siciliana sia una opportunità per il mercato stesso che ormai predilige sempre di più l’approccio multicanale e di qualità.”

“Il commercio digitale è una risorsa preziosa che non va demonizzata ma anzi incalzata e sfruttata – prosegue il deputato – L’obiettivo è digitalizzare la nostra offerta commerciale senza mortificare le attività coinvolte, gravando su di sé i costi di ingresso e di gestione oltre che di promozione del marchio siglato. Una iniziativa che vuole venire incontro alle nuove esigenze del mercato facendo meglio incontrare le nostre ricchezze commerciali con un’utenza sempre più abituata all’e-commerce multicanale.”

Il ddl è stato co-firmato anche dall’On. Vincenzo Figuccia della Lega.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.