Condividi:

di Alfredo Anselmo. 

Nell’epoca della comunicazione visiva è importantissimo il messaggio veicolato dall’Assessore Nino Munafò nel corso di una video diretta sulla sua pagina Facebook: Barcellona Pozzo di Gotto Covid Free!

Proprio nel giorno del suo 41esimo compleanno il rappresentante della Giunta Materia, che ha anche la delega alla Trasparenza, ha mostrato un foglietto sul quale c’erano scritte queste semplici e significative parole che annunciavano ufficialmente a tutti i barcellonesi la lieta notizia: da ben 28 giorni  nessun barcellonese contagiato da Covid-19.

Soprattutto sui social, sono questi i messaggi che arrivano immediatamente ed il testo scritto su un foglietto è rimasto impresso negli occhi di tutti mentre sempre più spesso, a malincuore dobbiamo dirlo, i link agli articoli nemmeno vengono clicckati, leggi il titolo guardi la foto e… sai già tutto ciò che c’è da sapere.

Barcellona Pozzo di Gotto Covid Free… che bello…

C’è bisogno di notizie di questo tipo, ti danno la carica, ti fanno capire che hai svoltato, che il periodo nero è alle spalle. E danno un impulso, in una sorta di reazione a catena, a tutta la realtà di una comunità.

Io ad esempio sono andato dal barbiere. Si, ho compreso sulla mia pelle (sui miei capelli!) la bellezza di poter tornare dal mio barbiere. Mi sembrava una cavolata quando sentivo l’entusiasmo del ritorno dal barbiere o dal parrucchiere raccontato da altri, ed invece solo vivendolo ho realizzato che è proprio bello.

Di per sé è una cosa come un’altra, ma poi comprendi che è la libertà di poter fare qualcosa che ti è mancata. Un caffè al bar, un piccolo acquisto nel negozio di fiducia. Si torna a vivere.

Pian pianino l’economia comincerà a muoversi, certo non aspettiamoci voli clamorosi verso picchi alti. Pensavo di trovare coda dal barbiere che invece mi ha detto che ancora oggi molti clienti hanno paura.

Lo confesso, fino a qualche giorno addietro anch’io avevo timore, ora no. Dopo quel cartello tenuto in modo fiero dal nostro Assessore ci sono stato e mi ha fatto bene. Ho cambiato i connotati passando in un amen dal somigliare a Caparezza al classico taglio militare, ma cosa più importante, ho cambiato l’umore, che è cresciuto. Il gesto dell’Assessore l’ho voluto fermare in una foto che è la copertina (ed il tema) di questo mio Editoriale.

Grazie Nino Munafò per il suo “Barcellona Pozzo di Gotto Covid Free”, io lo ricorderò con commozione quando questa pandemia sarà solo un brutto ricordo. 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.