Condividi:

Riceviamo e pubblichiamo le considerazioni politiche di Cosimo Recupero, coordinatore cittadino del PSI. “A seguito dell’accordo raggiunto da una parte del centrodestra per la definizione delle candidature a sindaco nei comuni di Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo, sento il dovere di intervenire, a titolo strettamente personale, nel dibattito per condividere con la cittadinanza alcune considerazioni personali.

In un comunicato congiunto di Partito Democratico e Città Aperta è stato giustamente rilevato come questo accordo abbia tutto il sapore di una mera spartizione di posizioni di potere.
Tale affermazione rischia però di restare priva di effettivo riscontro se consideriamo che la spartizione di posizioni di potere è nelle cose della politica, specie quella di piccolo cabotaggio. Ciò che non si rileva in quel documento, invece, è che l’accordo sia stato sottoscritto da alcune forze politiche che, per due terzi, fanno capo a referenti politici non barcellonesi e che, oltre all’inevitabile spartizione di poltrone, il rischio è che Barcellona Pozzo di Gotto, in caso di vittoria di questa coalizione, diventi terra di conquista da un lato e, dall’altro, oggetto di spoliazione dei suoi “asset amministrativi” già ridotti all’osso negli ultimi cinque anni. Si pensi all’ospedale, già “politicamente vandalizzato”, agli uffici INPS, prossimi ormai al trasferimento in altra sede e così via.
Da ciò deriva la necessità di un richiamo a quanti vogliono avviare un percorso virtuoso di rifondazione della città nonché di difesa della sua identità, fortemente messa a rischio da una coalizione di centrodestra che ha il proprio baricentro politico lontanissimo da qui”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.