Condividi:

Continuano a proliferare i candidati a sindaco delle ormai prossime elezioni amministrative del 4 e 5 ottobre nella città di Milazzo. Sembra che sia in dirittura d’arrivo e verrebbe ufficializzata a breve la “discesa in campo” dell’Ing. Gioacchino Abbriano in quota Pd ed Articolo Uno.

La decisione è stata presa ieri sera dopo un incontro dei vertici dei due partiti. Poco prima si era tentato – per l’ennesima volta – il dialogo con una delegazione del Comitato “Adesso Milazzo” che promuove la candidatura di Adele Roselli. Ma è saltato tutto ed adesso si vuol puntare su un volto nuovo che è rappresentato proprio dal funzionario di Rfi (Ferrovie), tesserato e attivista del Pd.

In effetti la rinuncia del sindaco uscente ha scompaginato i piani del centrosinistra che si presenterà spezzettato facendo il gioco dell’avversario o degli avversari. Sono in otto per la corsa a Palazzo dell’Aquila, che si contenderanno il ruolo di primo cittadino della città del Capo i vari Roselli (Adesso Milazzo), Utano ( Movimento 5 stelle), Munafò ( Lista civica), Messina (Movimento per l’applicazione dello statuto siciliano), Italiano ( Amiamo Milazzo, Italiano Sindaco, Noi Milazzesi, Liberi e Forti), Midili ( Fdi, FI, Diventerà Bellissima), Maisano ( Lega ) e per l’appunto il nuovo arrivato Abbriano ( PD, Articolo Uno).

Valentina Serranò

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.