Condividi:

Entra nel vivo la competizione elettorale in vista delle politiche regionali di novembre, è sono già scintille nel Partito Democratico, con la diatriba accesa ieri tra Giacomo D’Arrigo che ha invitato il sindaco di Milazzo, Giovanni Formica, a ritirare ogni probabile sostegno a Ciccio Italiano, suo ex assessore ed adesso esperto comunale, anche lui candidato alla corsa verso Palazzo D’Orleans.

Con una nota appena diffusa il primo cittadino di Milazzo, prova a spiegare la sua attuale posizione, non trascurando qualche frecciatina: “Provo a tranquillizzare il mio compagno Giacomo D’Arrigo che, ultimamente, nonostante i suoi innumerevoli e gravosi impegni trova il tempo per polemizzare con me e per occuparsi di Milazzo in difesa di qualche amico deluso.
Concordo con lui che la competizione regionale sarà durissima e che ciascuno di noi sarà chiamato ad impegnarsi al massimo per costruire la vittoria del centrosinistra. Per quanto riguarda il candidato da sostenere, attendo di vedere se il buon Giacomo, pluribeneficiato dal governo a guida PD e piazzato alla ben retribuita guida dell’agenzia nazionale giovani, deciderà di mettere a disposizione del partito il patrimonio di esperienze e rapporti costruito nel corso di questi anni in cui ha rivestito il prestigioso incarico candidandosi all’assemblea regionale, nel qual caso lo sosterrò convintamente e senza tentennamenti.
Sulla composizione della mia giunta, che peraltro conta la presenza di un assessore da lui fortemente sponsorizzato, procederò nei tempi e con le modalità che riterrò maggiormente opportune nell’interesse dei milazzesi non mischiando, come sono abituato a fare, il piano elettorale con quello del governo della città”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.