Condividi:

Il  5 Giugno si andrà al voto anticipato a Rodì Milici  per il rinnovo dell’amministrazione comunale . Si tratta di un’occasione in cui confrontare persone, ma soprattutto programmi e idee di futuro almeno per i prossimi 5 anni. Legambiente del Longano  ha perciò pensato di condividere con  i candidati a sindaco  e le liste ad essi affiancate le proprie idee di futuro: un futuro per Rodí Milici  che finalmente si basi  su di una corretta gestione del territorio, sulla valorizzazione delle ricchezze ambientali ed agricole di qualità, del patrimonio archeologico culturale, storico-artistico-architettonico.

L’ambiente, la salute, il territorio sono elementi fondamentali dell’economia, della vera ricchezza di una comunità. Non è più possibile un approccio a questi temi solamente saltuario, quasi fosse un dettaglio, un di più” scollegato dal contesto e spesso visto in contrapposizione a sviluppo, lavoro, economia. Al contrario, lo sviluppo, quello vero, duraturo, che incide davvero sulla qualità della vita delle persone, è strettamente legato ad un corretto rapporto con il territorio e i suoi abitanti. Proprio in tale esigenza si inserisce il tema della partecipazione: una partecipazione reale e non solamente di facciata che consenta attraverso una condivisione di idee e progetti di elaborare assieme ai cittadini le scelte che riguarderanno la loro qualità della vita per gli anni futuri.

La governance  del territorio  va indirizzata a ricostruire i legami di reciprocità fra centri urbani e aree rurali indirizzando il tutto verso la green community  permettendo di introdurre innovazioni green e ragionare sulle variabili smart , cioè su quella parte innovativa ed intelligente degli investimenti per un reale sviluppo del territorio che possa portare ad accrescere il livello d’ infrastrutture  tecnologiche al fine di intercettare quote significative di circuiti turistici , creare i presupposti per imprenditorialità e attrattivitá abitativa muovendosi sulla falsariga di quei territori che hanno consolidato la loro crescita a partire dalle rinnovabili e dal risparmio energetico  . Una scommessa che si deve giocare invertendo quella tendenza di trend negativo qual è il disagio demografico , con elevato numero di case vuote e di depauperamento della popolazione attiva e un aumento di quella adulta e anziana . Pertanto, servono nuove opportunità al fine di generare attrattivitá , nuove imprese agro-silvo-pastorali, nuovi turismi ricreando e valorizzando culture materiali e immateriali per il difendere il futuro,  attraverso  la partecipazione  dell’ente Locale e dei privati per una  progettualità  di insieme.

Legambiente, lanciando i propri temi prioritari, invita perciò i candidati a sindaco che si presentano alla prossima tornata elettorale a precisare su quali elementi intendono puntare per un rilancio del Paese , per creare comunità davvero vivibili, vive e coese.

La questione dei processi territoriali ha un profilo di assoluta  necessità. L’urbanistica pervasiva, consumatrice di suolo, distruttrice dei paesaggi, dei valori costituzionali del territorio deve essere invertita con il riorientamento degli  strumenti di   programmazione nella direzione del consumo zero di suolo. Il tema della tutela ambientale deve essere il metro di approccio sistemico e sistematico a tali processi, permettendo di definire un altro modello di sviluppo, basato sulla valorizzazione delle prerogative socio-economiche, storiche, ecologiche del territorio. Da questo punto di vista, osserviamo che Rodì Milici ha poco curato le sue potenzialità turistiche, pur possedendo le   condizioni per un importante turismo/natura , (patrimonio archeologico  storico – architettonico)  Sempre più ambiente ed economia vanno a braccetto. Il turismo-natura supera la soglia delle 100 milioni di presenze nelle strutture ricettive in tutt’Italia .

RACCOLTA DIFFERENZIATA

 

Raccolta differenziata porta a  porta e applicazione della tariffazione puntuale secondo il principio ” chi più inquina più paga”

 

PIANO DEL COLORE  E DEL DECORO URBANO

 

Ai colori originari si sono aggiunti ormai da anni qualità di colori , di composizione chimica con tipi di finitura pressoché infinite determinando un uso non sempre accorto con interventi spesso selvaggi di colorazione . Pertanto, una regolamentazione degli aspetti cromatici si rende necessaria .

 

Promozione anche attraverso il coinvolgimento delle associazioni alla cura puntuale del verde pubblico

 

Riqualificazione della Piazza principale del Paese partendo da un concorso di idee finalizzato alla riqualificazione estetico funzionale dello spazio

 

FORME DI PARTECIPAZIONE

 

Adozione di forme partecipative di governo a partire dalla sperimentazione del bilancio partecipativo .

STOP CONSUMO DI SUOLO

 

Stop al consumo di suolo e riuso del suolo edificato anche in funzione della prevenzione e della mitigazione degli eventi ormai in essere nel nostro territorio di dissesto idrogeologico e delle strategie di mitigazione e di adattamento dei cambiamenti climatici .

 

FITODEPURAZIONE

 

Fitodepurazione naturale delle acque reflue , domestiche , agricole e industriali con particolare riferimento ai  frantoi  che presentano delle problematiche per lo smaltimento dei reflui oleari che sono quelle a più alto tasso inquinante a causa della loro acidità , presenza di composti fenolici e soprattutto elevato carico organico.

 

Agricoltura e mercati contadini a km 0

Valorizzazione dell’agricoltura – settore oggi in crisi – sostenendo concretamente l’agricoltura di qualità, pulita e sana, ecocompatibile, rispettosa della natura e dell’ambiente, facilitando l’incontro fra domanda e offerta, fra produttori e consumatori – anche direttamente tramite la realizzazione    di  mercati contadini e sistemi di promozione dei prodotti a chilometri zero, sostenendo una giusta redditività dei lavoratori del settore ed al tempo stesso contribuendo a garantire prezzi sostenibili per i consumatori.

 

BENI CULTURALI

Il paesaggio sensibile o visivo che concorre al benessere degli individui sia dal punto psicofisico che dal punto di vista economico

 

TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO

Tutela e valorizzazione dei sentieri del territorio che portano ai siti di interesse archeologico.

Valorizzazione locale dell’economia incentivando gli insediamenti di agricoltura di qualità vedi olio e relativa realizzazione della Via dell’Olio.

Promozione di un sistema di albergo diffuso con particolare riferimento al Borgo di Milici mettendo in rete le eccellenze del territorio a partire dal Palazzo dei Cavalieri di Malta . Pizzo Ciappa, la Cupola Rosata etc…

Turismo ecocompatibile e valorizzazione del patrimonio storico/culturale ed ambientale

Occorre dare priorità al turismo sostenibile, ecocompatibile, rispettoso dell’ambiente e della natura, l’unico settore del turismo in crescita, secondo i dati più aggiornati, anche in questo periodo, caratterizzato a livello generale ormai da vari anni da una preoccupante crisi e riduzione della occupazione.

 

  1. Il territorio presenta ancora vari elementi di pregio dal punto di vista archeologico,  storico, culturale ed ambientale: con alcuni manufatti  ancora presenti da valorizzare e promuovere patrimonio collinare naturalistico da valorizzare . Oltre a questo, sono presenti altre aree  in territori vicini, ad esempio Castroreale   , Novara di Sicilia , Montalbano , Tindari etc … e molte altre che potrebbero essere da traino con relativi accordi di programma di fruizione del patrimonio .

 

  1. La conoscenza e valorizzazione di questo patrimonio è però, a parte alcuni casi particolari, demandata ad iniziative spot organizzate dalle amministrazioni o gestite direttamente da associazioni e gruppi di volontari. È invece importante fare in modo che questo patrimonio sia conosciuto , valorizzato e rispettato.

 

 

  1. Ciò deve essere portato avanti in primo luogo con la realizzazione di percorsi e un’adeguata cartellonistica (alcune aree infatti non sono nemmeno segnalate), ma soprattutto realizzando e dando la possibilità ad associazioni e ai volontari di realizzare con il supporto delle amministrazioni visite guidate, escursioni, lezioni alla scoperta di questo patrimonio.

Energia

Energie rinnovabili e risparmio energetico. La produzione diffusa da         fonti rinnovabili può essere un ottimo strumento per ridurre la dipendenza energetica da fonti fossili, in particolare petrolio e metano. Installare sulla propria casa dei pannelli solari termici (per produrre acquacalda) o fotovoltaici (per produrre energia elettrica), migliorare l’isolamento termico delle abitazioni, tramite cappotti e altri interventi di riqualificazione, possono sensibilmente migliorare la qualità della vita, riducendo al tempo stesso i costi. Per fare ciò è però importante un ruolo attivo del  Comune al fine  di informare  e semplificare . I cittadini devono essere in grado di valutare facilmente costi e benefici degli interventi, sapere a quali persone o aziende qualificate rivolgersi e soprattutto è necessaria una normativa unica dell’Unione, chiara e semplice, che indichi cosa si può fare e cosa no, con quali procedure, con quale modulistica.

AMIANTO

Redigere il piano comunale amianto ai sensi della Legge regionale 29 aprile 2014n.10

 

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.