Elezioni a Terme Vigliatore, al via la ‘sfida’: due candidati ‘ufficiali’ tra aperture comitati e primi comizi, forse un terzo ‘outsider’?

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Inizia ad alimentarsi la campagna elettorale nella città dei vivai, con le prime aperture di comitati e comizi elettorali, in vista del voto per il rinnovo degli organi amministrativi e del consiglio in programma domenica 10 giugno, con al momento due candidati sindaci ‘ufficiali’ in attesa forse di un terzo outsider.  

In corsa il Dott. Domenico Munafò, prima candidatura già definita ed annunciata a gennaio e l’ing. Angelo Sottile, fondatore di Nuova Rinascita. E si rimane in attesa di un terzo polo con un altro candidato alla poltrona di primo cittadino per il dopo Bartolo Cipriano.

Intanto nella giornata di ieri, il gruppo di minoranza in Consiglio Comunale, rappresentato dal PD con capogruppo Carmelo Costantino, l’Associazione culturale “Liberamente” ed un gruppo di sostenitori, fanno sapere in una nota che: “Considerate le reciproche intenzioni di mettere in campo il loro impegno affinché’ si possano trovare le soluzioni migliori per ovviare ai grossi problemi che quotidianamente si sommano ad affliggere il Comune di Terme Vigliatore; dimostrando che è possibile e necessario andare oltre ogni e qualsiasi velleità personale, pur legittima, per il fine di fare la cosa più giusta per il territorio ed i suoi cittadini; incontratisi per dialogare su quanto è plausibile fare, fermamente convinti che solo assieme si possano migliorare le cose e che è giunta l’ora di valicare quei personalismi detrattori delle larghe intese e forieri di divisioni e lacerazioni che tanto male hanno fatto al territorio cittadino ed alle sue pur importanti potenzialità, che restano ancora ampiamente inespresse, sono giunti alla decisione che lavoreranno unitamente, tra loro e con quanti vorranno sposare le loro idee o integrarle apportandone altre, per cercare di fornire a tutti i cittadini valide ragioni e validi candidati da sostenere alle prossime amministrative”.

Un appello al dialogo e all’unione nella ricerca del terzo candidato, che potrebbe accettare anche l’associazione Iride che ha  sottolineato di essere aperta a “tutte le strade percorribili per realizzare un patto elettorale basato su alcuni punti programmatici, tra cui il risanamento delle casse comunali, le politiche per la legalità e lo sviluppo turistico. In sostanza il movimento fa capire che “deciderà all’ultimo momento in una coalizione di programma” su cui virare il proprio elettorato.

In questo scenario il candidato Angelo Sottile aprirà la sua campagna elettorale con un comizio in programma domenica alle 20 in piazza municipio. Mentre in settimana con una lettera aperta ai cittadini, ha annunciato le ragioni della sua discesa in campo: “La mia scesa è fortemente osteggiata da coloro che, dentro e fuori il palazzo, hanno fatto ciò che hanno voluto di Terme Vigliatore, – chiosa Sottile – per paura di non poter continuare con un bieco clientelismo, la difesa degli interessi e l’arricchimento di alcuni potentati economici del luogo e dell’hinterland”. Tutti fattori, scrive Sottile, che “hanno portato il nostro paese, al disastro economico, sociale e culturale.

Queste consorterie, e i loro yes man – continua – sono fermamente decisi a continuare imperterriti, convinti della loro impunità e onnipotenza, magari sostituendo l’attuale classe dirigente con un’altra, nel segno di cambiare tutto per non cambiare niente e facendo perdere, forse definitivamente, ogni possibilità di futuro alla nostra comunità e in particolare ai nostri giovani. Nel confermare la mia candidatura, anticipo la mia idea programmatica da integrare e approfondire tutti assieme che in estrema sintesi si poggia su alcuni valori semplici quali legalità, rispetto assoluto della cosa pubblica e degli interessi generali, regole, professionalità, sviluppo compatibile, uguaglianza di diritti e doveri dei cittadini, meritocrazia.

Infine, desidero ringraziare tutti coloro che hanno già aderito. senza se e senza ma, al progetto, e sono veramente tanti. Nel contempo, desidero fare un accorato appello a cittadini, associazioni, gruppi politici, che hanno il nostro stesso sentire, di unirsi a noi, tralasciando temporeggiamenti e alchimie politiche, che pur legittime, finirebbero per disperdere le forze sane. Noi come alternativa a questo sistema amministrativo uscente ci siamo – conclude Sottile – e se staremo tutti insieme, crederci si può. Io ci credo”.

Infine continua spedita la campagna elettorale del candidato sindaco Domenico Munafò con incontri e giro di consultazioni con diverse forze politiche ed associazioni della città dei vivai, al fine di discutere degli argomenti ‘concreti’ del programma politico-amministrativo da proporre ai cittadini. Prevista per domani pomeriggio alle 18 l’apertura del comitato elettorale di San Biagio, in attesa a breve dell’inaugurazione del comitato di Terme.

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.