Condividi:

“Domani, al Flash mob per le infrastrutture a Messina, saremo presenti con entusiasmo assieme tanti fra dirigenti e militanti di Forza Italia a Catania e provincia. La crisi scatenata dalla pandemia, se saputa affrontare, può diventare un punto di svolta per l’economia e la nostra realtà sociale. Ecco perché gli investimenti azionati dalla risposta all’emergenza, come il Recovery Fund, devono indirizzarsi al Mezzogiorno e soprattutto alle infrastrutture, la prima leva per la modernizzazione del Paese. Di ciò i cittadini stanno prendendo sempre più coscienza, così come della necessità storica del Ponte sullo Stretto. Da sempre Forza Italia è in campo per costruire l’opera che sarebbe il simbolo di un nuovo miracolo italiano”.

Lo affermano l’on. Marco Falcone, Massimo Pesce e Benedetto Torrisi, commissario, vice commissario e portavoce di Forza Italia a Catania e provincia, preannunciando la partecipazione del partito alla mobilitazione indetta per domani, venerdì 31 luglio, a Messina dalla Rete civica per le Infrastrutture nel Mezzogiorno.

“Fare il Ponte – proseguono Falcone e Torrisi – significherebbe azionare un intervento pubblico miliardario, con enormi ricadute economiche e occupazionali, proprio nel cuore del Sud Italia, fra Sicilia e Calabria. Un progetto che darebbe un fortissimo impulso alla riduzione del divario economico e infrastrutturale fra il Mezzogiorno e il resto d’Italia”.

“Fratelli d’Italia è da tempo e con convinzione, favorevole della realizzazione del ponte sullo Stretto. I finanziamenti del Recovery fund sono un’occasione unica che non va sprecata. Occorre quindi partire al più presto, senza tentennamenti o rinvii”. Lo afferma il capogruppo di FdI Elvira Amata, delegata del presidente dell’ARS con funzione di presidente nella Conferenza permanente interregionale per il coordinamento delle politiche nell’area dello Stretto. L’On. Amata, domani, interverrà a Messina al flash mob per sollecitare la costruzione del ponte e delle infrastrutture connesse alla mega opera, sarà presente anche il deputato nazionale di Fratelli d’Italia Carmela Ella Bucalo, facente parte della commissione lavoro: “Non solo per la Sicilia ma per tutto il Meridione il Ponte è l’unica infrastruttura che potrebbe cambiare in positivo il corso della storia. Oltre a garantire lavoro a migliaia di italiani, potremo finalmente parlare di quel corridoio Berlino-Palermo indispensabile per completare il collegamento dell’Europa verso le nuove realtà del Nord Africa e le rotte marittime che collegano l’Europa alla Cina, all’India e al Brasile. Cosa che il governo italiano non ha ancora capito”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.