Condividi:

L’inverno è alle porte e nonostante il pericolo di un nuovo “lockdown”, gli anziani del borgo marinaro di Tonnarella tornano a chiedere all’Amministrazione comunale di Furnari, un impegno serio affinché venga messa a loro disposizione, così come avviene da anni per gli anziani nel centro collinare, una struttura o meglio ancora un immobile, da destinare a “centro diurno per anziani”.

Nell’appello-segnalazione del gruppo di anziani di Tonnarella si sottolinea che, “da anni chiediamo con insistenza una soluzione idonea per permettere agli stessi di poter socializzare senza dover patire il freddo o la pioggia. Poco più di un anno fa sembrava che fosse stata trovata una soluzione più che soddisfacente, con la collocazione di una struttura prefabbricata sul lungomare “S. Quasimodo”, ma per mancanza di risorse finanziarie sufficienti (poco più di 22.000 euro), sembra che la lodevole iniziativa sia sfortunatamente tramontata.

Con il pericolo “lockdown” che incombe, è impensabile proporre nuovamente anche per quest’inverno, l’uso di una stanza nell’edificio destinato alla scuola media e alla guardia medica”.

In definitiva gli anziani di Tonnarella, nella speranza che venga scongiurata una nuova chiusura totale di tutte le attività di socializzazione per l’aggravarsi dell’attuale pandemia, chiedono all’Amministrazione Comunale un intervento definitivo per poter migliorare la vita degli anziani anche nella frazione marinara.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.