Condividi:

Grandi gesti di solidarietà fra i cittadini di Furnari che in un momento così difficile si prendono cura degli indigenti. Con iniziative progettate dal sindaco Maurizio Crimi e da molte associazioni locali, in paese è nata una vera e propria macchina organizzativa solidale che ha come unica finalità quella di non far mancare nulla ai propri compaesani.

L’amministrazione comunale si sta occupando della distribuzione dei buoni spesa, dell’organizzazione della raccolta alimentare e delle donazioni economiche. A questo fine è stato attivato un conto corrente per ricevere fondi da utilizzare anche per l’acquisto di mascherine, tute protettive, disinfettanti e altri strumenti sanitari per il personale impegnato nella lotta contro il propagarsi del contagio.

Importante anche il contributo dei titolari del supermercato Decò e di alcuni cittadini impegnati direttamente con la donazione dei generi alimentari di prima necessità raccolti nell’aula consiliare del comune, mentre alcune attività di ristorazione, come “Villa Liga”, si sono rese disponibili a preparare gratuitamente delle pizze ed alcune pietanze per chi ne avesse bisogno. Altri cittadini hanno effettuato l’acquisto sospeso di pizze e di rustici.

Di rilevante importanza l’iniziativa del vivaio “La Palmara” che ha donato al comune delle tute asettiche che il sindaco consegnerà all’ospedale Covid-19 “Cutroni Zodda” di Barcellona PG. Intanto, nella giornata di domani la Sezione Operativa Navale del Comando della Guardia di Finanza di Milazzo donerà dei generi alimentari ai cittadini di Furnari.

Iniziativa rilevante per far fronte alle famiglie in difficoltà per i generi alimentari portata avanti in sinergia con le diverse associazioni del territorio è il ‘centro di raccolta comunale’: “I buoni spesa fanno la loro parte – dichiara il sindaco Crimi – ma occorre dare vita ad ulteriori forme di solidarietà sociale per attribuire maggiore solidità a sostegno della comunità furnarese, sempre più in difficoltà dal perdurare delle forme di restrizione. In quest’ottica, con l’aiuto delle associazioni “ARCI Senza Confini”, “ACLI Giovanni Paolo II”, “Associazione Cinquesei”, “ASVO”, “ AZIMUT 360°”, “ C.A.M.U.R.RI.A.”, “ASS FIT DANCE di Deborah Giorgianni”, “KIMON LONGANO SICILIA”, “ OFFICINA APERTA” e “Spiriti Liberi 4X4”, è stato creato un centro di raccolta alimentare ove stanno confluendo tutti i generi di prima necessità da destinare alle famiglie in difficoltà”.

Infine sempre l’Amministrazione ha creato un fondo vincolato da destinare alla raccolta fondi con lo scopo di sostenere nuove misure di solidarietà alimentare per la popolazione, le strutture sanitarie, i medici, gli infermieri e tutto il personale che in questi giorni sta combattendo una dura battaglia per curare i cittadini e sconfiggere il Covid-19. “Il fondo dovrà essere alimentato con donazioni in denaro da effettuarsi attraverso un bonifico su Conto Corrente intestato al Comune di Furnari sulle seguenti coordinate bancarie: IBAN: IT 13 G 01030 82150 000061102781 con la causale “DONAZIONE CORONAVIRUS”
Il fondo sarà impiegato perseguendo il duplice obiettivo: • ulteriori misure di solidarietà alimentare per la popolazione; • acquisti straordinari di materiali di consumo, quali mascherine, tute protettive, disinfettanti e strumentazioni necessari alle strutture sanitarie, ai medici, agli infermieri e tutto il personale medico impegnato nella lotto contro il propagarsi del contagio”.

Pamela Arena

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.