Condividi:

Anche quest’anno, nella giornata di oggi 20 Agosto il Circolo Arci “Senza Confini” di Furnari organizza la tradizionale ‘Festa della Musica 2015’, giunta ormai al XI edizione.

“Lo scorso anno vi abbiamo accompagnati per le vie antiche di Furnari,  scrivono nella nota gli organizzatori – quest’anno lo scenario  è quello del quartiere popolare della Fontana Vecchia un tempo denominata “Margarita” ed era l’ unica fontana pubblica di Furnari. Per le proprietà della sua acqua, ottima per la messa a mollo del pesce stocco era meta di molti amanti della buona cucina che venivano a prendere l’ acqua a Furnari da tutti i paesi dell’ hinterland: non a caso di fronte alla fontana vi sono delle piccole casette suggestive, in cui il pesce stocco veniva messo in ammollo per poi essere venduto”.

Il programma musicale della serata prevede l’esibizione del gruppo di folk siciliano “Nkantu d’Aziz”.

Un incanto che dura da millenni, da quando il primo arabo chiamò Palermo Aziz, “splendore”, è il motivo insistente a cui, un giorno di dieci anni fa, Totò Grilletto,  ha voluto dar voce, colore, musica.
alla  sua piccola orchestra e inizia ad infuocare la gente e a conquistare le piazze con ritmi tarantolati e balcanici nutriti di racconti e leggende, cavalcati da quei personaggi in bilico tra mito e realtà che compongono l’immaginario siciliano.

L’altro gruppo di fama internazionale che si esibirà sul palco della Festa della Musica sarà i “MaMaAfr!ca”, un collettivo artistico che propone uno spettacolo esplosivo ed originale, miscelando elementi tipici di diversi generi musicali, tra i quali reggae, ska, rumba, rap, punk, samba, raggamuffin, folk, funk e rock, in perfetto stile world / pachanka.
Da sempre la MaMaAFR!KA lotta per l’integrazione, il risveglio delle coscienze, la rivoluzione culturale e l’indipendenza energetica, portando un messaggio carico di energia positiva, magia, pace e amore.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.