Condividi:

Non è tardata ad arrivare la reazione del Sindaco Maurizio Crimi, in merito all’avvio dell’iter di realizzazione del polo impiantistico di Mazzarà Sant’Andrea per il trattamento dei rifiuti della SRR Messina Provincia, oltre all’esito dell’impugnazione al Tar Catania del comune furnarese, che secondo il Consorzio sarebbe rigettato il ricorso giudiziario con l’iter per il rilascio delle autorizzazioni da parte dell’Assessorato Territorio Ambiente segue il suo normale corso.

Il primo cittadino Crimi, tuona in una nota: “Trattasi di una notizia assolutamente falsa. Il Tar Catania ha respinto la richiesta di sospensiva. Il giudizio d’impugnazione segue il suo normale corso e sarà trattato nel mese di novembre 2021. Tempistica che appare molto celere considerati i tempi biblici della giustizia amministrativa.
Non solo tutto è ancora pendente, ma a seguito delle ultime difese formulate da Asja Ambiente nel giudizio dinanzi al TAR, sono prossime alla presentazione le denunce penali per l’accertamento di tutte le responsabilità connesse a questa incredibile vicenda”.
Intanto il Sindaco del Comune di Furnari ha richiesto di essere sentito dinanzi alla Commissione tecnica specializzata dell’Assessorato Ambiente e Territorio per far capire agli organi competenti quanto assurda sia la localizzazione dell’iniziativa intrapresa a ridosso del centro abitato di Furnari.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.