Condividi:

Sul caso del continuo sversamento dei liquami in spiaggia nel territorio furnarese, non si è fatta attendere la replica del sindaco Maurizio Crimi che in una nota appena diffusa specifica che la segnalazione del consigliere Giuseppe Mendolia, più volte segnalato anche mesi scorsi da altri lettori, quest’ultimo risalente alla scorsa settimana in data 26 febbraio, sarebbero contenute delle inesattezza che potrebbero “creare allarmismo”.
Per diritto di replica, pubblichiamo la nota completa del primo cittadino: “Le foto di repertorio pubblicate non rappresentano la realtà dei fatti. Il problema denunciato è stato risolto giorni addietro. Se il consigliere di maggioranza si fosse recato sui luoghi degli interventi, avrebbe intuito la natura e il fine dei lavori plaudendo l’operato dell’amministrazione anziché lanciarsi in infondate asserzioni.
I lavori sono durati diversi giorni perché si è eliminato uno stato di vetustà, – spiega Crimi – che permaneva da oltre un decennio, per permettere l’accesso ad una linea fognaria fortemente ostruita. Detti interventi sono consistiti nello sbancamento per rendere carrabile una stradina d’accesso alle pompe di stazionamento, altrimenti impraticabile, e, successivamente, in ripetute attività di spurgo di un tratto fognario lungo diverse decine di metri. A questi lavori si sono aggiunti quelli, ancora in corso, sulla pompa di spinta che porteranno ad un efficientamento della stazione attraverso il potenziamento degli impianti esistenti.
Ad oggi, la situazione non è quella raffigurata. Per quanto mi riguarda si cerca solo di operare – conclude – per il bene della comunità rimediando a criticità che perdurano da decenni”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.