Condividi:

Giornata del silenzio e della riflessione pre-elettorale nella città del Longano, dopo gli ultimi ‘colpi finali’ nei comizi di chiusura dei candidati a sindaco svoltosi dalle 19.30 alle 12 in Piazza S. Sebastiano.

I cittadini di Barcellona Pozzo di Gotto, sono chiamati ad esprimere il proprio voto, domani domenica 31 maggio a partire dalle 8 alle 22 e lunedì 1 giugno dalle 7 fino alle 15 seggi aperti.
Per la prima volta nelle amministrative per la città del Longano, grazie alla nuova legge sulle quote rosa istituita nel 2013, i cittadini-elettori barcellonesi avranno la possibilità di scegliere tra un uomo e una donna della stessa lista, grazie al cosiddetto ‘voto di genere’.

Nella seconda città più popolosa della provincia di Messina, Barcellona Pozzo di Gotto, saranno chiamati a votare 36.950 elettori, distribuiti in 48 sezioni.
Sono cinque i candidati-sindaco per la corsa alla poltrona di Palazzo Longano, mentre esattamente 518 i candidati consiglieri, divisi in 18 liste, in una competizione dura e serrata per ottenere uno scranno dei 30 posti disponibili dentro il nuovo civico consesso. Inoltre da quest’anno, in virtù della legge sulle quote rosa, i 30 futuri consiglieri, saranno 20 uomini e 10 donne.

Utili consigli finali per esprimere il proprio voto, dentro il segreto della cabina elettorale, ricordando che il voto è un ‘diritto e dovere’ del cittadino, come sancito dalla Costituzione.

Come si vota?
Gli elettori riceveranno una sola scheda, che riporterà i nomi dei candidati sindaco e le liste che lo appoggiano. Si può votare soltanto il candidato sindaco, ma ricordando di barrare il suo nome, o si può esprimere anche una preferenza per la lista, scrivendo il nome del consigliere prescelto. Dal 2013 è stato introdotto il voto di genere, che consente di esprimere due preferenze per candidati appartenenti a una stessa lista, purché di sesso diverso. Sarà dunque possibile votare per un uomo e una donna, mentre in caso di voto errato la preferenza andrà al primo dei candidati selezionati. È ammesso il voto disgiunto.

Qual è il sistema elettorale vigente?
Le elezioni comunali sono suddivise in due turni: prima tornata prevista tra due giorni e l’eventuale ballottaggio, che si svolgerà il 14 e 15 giugno. Vince al primo turno il candidato-sindaco che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi, il 50% più uno di essi. In caso non avviene, si procederà al ballottaggio, che sarà vinto dal candidato che otterrà il maggior numero di voti. È previsto un premio di maggioranza – 18 seggi – per la coalizione che raggiunge il 60% delle preferenze al primo o al secondo turno. Infine se ciò non accade, la coalizione vincente può comunque ottenere il premio di maggioranza se ha conseguito almeno il 40% delle preferenze al primo turno. I seggi restanti verranno suddivisi proporzionalmente tra le altre liste o coalizioni partecipanti.

Cliccando in basso, sul link del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, troverete tutte le liste e i nomi dei candidati:
http://www.comune.barcellona-pozzo-di-gotto.me.it/index.php?option=com_c…

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.