Condividi:

La Giornata Mondiale del Malato, giovedì 11 febbraio, memoria della Madonna di Lourdes, sarà celebrata con una S. Messa officiata da Mons. Marco D’Arrigo Parroco Chiesa SS. Pietro e Paolo, nella cappella di Palazzo Geraci – ASP Messina, alle ore 12 nel rispetto delle norme sul distanziamento e di precauzione anticovid.

Mai come quest’anno, nel pieno di una pandemia che ha colpito tutto il mondo, è giusto sentirsi uniti, come comunità civile, nella cura e nella preghiera per gli ammalati.

“Uno solo è il vostro Maestro e voi siete tutti fratelli (Mt 23,8). La relazione di fiducia alla base della cura dei malati” è il titolo del messaggio che il S. Padre Francesco ha indirizzato quest’anno alla cristianità, ancora una volta centrando sulla fraternità universale il modello delle relazioni che qualificano la condizione umana.

«Davanti alla condizione di bisogno – si legge nel Messaggio – Gesù offre un modello di comportamento del tutto opposto all’ipocrisia. Propone di fermarsi, ascoltare, stabilire una relazione diretta e personale con l’altro, sentire empatia e commozione per lui o per lei, lasciarsi coinvolgere dalla sua sofferenza fino a farsene carico nel servizio (Lc 10,30-35).”

La pandemia ha messo in risalto anche la dedizione e la generosità di tutti gli operatori sanitari, volontari, lavoratori e lavoratrici, che con professionalità, abnegazione, senso di responsabilità e amore per il prossimo hanno aiutato, curato, confortato e servito tanti malati e i loro familiari.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.