Condividi:

Una prima risposta alle esigenze del territorio che attende un supporto importante da parte del Distretto socio-sanitario. Nell’aula consiliare si è proceduto alla firma del contratto di assunzione a tempo determinato di 8 assistenti sociali e uno psicologo.

Professionalità che saranno messi a disposizione dei vari Comuni del comprensorio che rientrano nel distretto di Milazzo per coprire dei vuoti d’organico che in questo settore si trascinano da diversi anni. Nel Comune di Milazzo dove opera una sola assistente sociale a tempo pieno, saranno assegnate da subito quattro persone oltre la psicologa. Nei prossimi giorni si procederà all’assunzione di altri 6 assistenti sociali e 16 educatori.
Le assunzioni – della durata di un anno – sono state possibili grazie alle risorse messe a disposizione dal fondo Pon, una delle risorse che vengono messe a disposizione dei Distretti.
Un iter abbastanza complesso – ha sottolineato l’assessore ai servizi sociali di Milazzo, Giovanni Di Bella – che è giunto a compimento grazie all’impegno degli uffici che sono riusciti ad evitare di perdere queste somme. Oggi invece l’intero Distretto potrà avvalersi di professionalità importanti per affrontare le tante situazioni emergenziali che si registrano e verso le quali non sempre si riesce a dare risposte”.
“L’assunzione di questo personale specializzato rappresenta anche un importante riscontro dal punto di vista politico – ha aggiunto il sindaco Giovanni Formica – perché è nota a tutti l’importanza del welfare per un’Amministrazione. Occorre ancora lavorare molto per fronteggiare situazioni di difficoltà che già erano in crescita in situazione di normalità. Le cose sono peggiorate a seguito dell’emergenza. E per dare risposte occorre avere chi è pronto ad ascoltare e accogliere gli appelli di coloro che vogliono essere aiutati. La figura dell’assistenza sociale è fondamentale in un Comune visto che la legge ne prevede una ogni 5000 abitanti. Milazzo in atto ne aveva diciamo pochi (una oltre qualche altra a tempo determinato), mentre gli altri Comuni del distretto addirittura ne erano sprovvisti. D’ora in avanti potremo mettere a disposizione persone motivate, determinate e sono certo che ci aiuteranno a migliorare la condizione di chi oggi vive emergenze anche delicate che, in taluni casi, restano anche nascoste”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.