Il Giardino di Luci a Piazza Cairoli chiude. Anzi no

Condividi:
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Macrolibrarsi

Dietro front, con la smentita della smentita. Dopo le polemiche dei giorni precedenti, ieri sera sembrava essere giunti ad una conclusione: la decisione di chiudere “baracca e burattini ” a piazza Cairoli. Ma nella tarda serata la smentita.

Riapre il Giardino delle Luci di Messina, che tanto ha fatto discutere nei giorni scorsi. Le polemiche sono scoppiate a proposito della recinzione di Piazza Cairoli posta a copertura delle installazioni di luci e del prezzo del biglietto, abbassato a due euro  dopo gli iniziali 5, secondo comunicazione social del sindaco.

Queste le tappe cronologiche della querelle: il telone era già stato tolto nella mattinata di ieri, mentre la decisione di abbassare il prezzo era stata comunicata nel tardo pomeriggio. In serata tutto risultava spento per un cortocircuito. In realtà, uno degli organizzatori ha parlato di chiusura, addebitando la responsabilità a quei consiglieri e quei cittadini che avevano acceso la miccia delle polemiche.

L’associazione Messina Incentro, su facebook, ha svelato l’arcano, comunicando la risoluzione del guasto tecnico e invitando la cittadinanza tutta a godere dello spettacolo di luci che quindi, al momento, sembra restare dov’è. Le ultime disposizioni per il costo del biglietto sono queste: 2 euro in luogo dei 5 originari e  ingresso gratuito per i bimbi sotto i dieci anni. Per le famiglie in difficoltà economiche, previsto un “biglietto agevolato” del costo di 1.50, dal lunedì al venerdì.

La questione sembra, dunque, aver trovato risoluzione. Almeno fino alla prossima smentita.

Livia Di Vona

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.