Condividi:

In tempi di pandemia alla fantasia per trasgredire alle normative anticovid, non ci sono limiti.. Nasce da qui l’idea di simulare un  banchetto per un matrimonio al fine di festeggiare insieme a cinquanta amici il battesimo della figlia.

E’ successo Palermo nella zona Molara dove i carabinieri hanno interrotto un pranzo in una sala trattenimenti e multato tre persone per violazione delle norme anti covid 19 in piena zona arancione.

I genitori della bimba erano convinti che fosse possibile organizzare il banchetto nuziale. E così hanno messo in scena una grande rappresentazione. I carabinieri del nucleo radiomobile hanno trovato la mamma della bimba vestita da sposa. Una messa in scena per cercare di rendere quanto mai più vera la pantomima. Il ristorante, sarebbe dovuto essere chiuso. I genitori della bimba hanno raccontato ai militari che stavano festeggiando il loro matrimonio. Credevano che in zona arancione si potesse fare. E invece, come da decreto, è consentita la sola celebrazione religiosa con rigide restrizioni. Tra l’altro i carabinieri hanno accertato che la coppia era già regolarmente sposata. La sanzione amministrativa è scattata per i genitori della festeggiata e per il titolare del servizio di catering.
Sono in corso gli accertamenti nei confronti del titolare del ristorante. Sono state elevate sanzioni per 1200 euro.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.