L’artista barcellonese Peppe Salvo espone con successo in Toscana

Macrolibrarsi

L’artista Peppe Salvo, nostro concittadino, nel maggio scorso è stato protagonista in Toscana della Mostra Personale di Pittura “Le Milleme aree dell’acqua e del colore”, un evento che ha riscosso un buon successo di pubblico e di critica e che vogliamo attenzionare. Dal 12 al 27 maggio al Porto turistico “Marina Cala de’ Medici” del comune di Rosignano Solvay in provincia di Livorno,  presso la Galleria d’Arte “in Villa” le opere di Salvo, bellissimi acquerelli, sono state visitate da tanti amanti dell’arte e del bello.

Peppe Salvo pittore ed incisore, nato nel 1972 a Barcellona P.G. (Me), ha studiato presso il Liceo Scientifico “Medi” conseguendone la maturità e nel 1994 ha ottenuto la Laurea di I livello in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria. Successivamente ha conseguito anche la maturità d’Arte sezione Arte della Fotografia e della Grafica Pubblicitaria, presso l’Istituto Statale d’Arte di Milazzo (ME). Ha frequentato un workshop, sulla calcografia sperimentale, alla Scuola Internazionale di Grafica di Venezia diretto da Roberto Mazzetto e Franco Vecchiet. Nella città di Reggio Calabria ha frequentato uno stage di tecniche sperimentali di calco-grafia, tenuto dal prof. Franco Ferrovecchio, presso l’associazione culturale “Mediterranea”. Ha seguito il corso di litografia presso la Litografia Angeli di Lucca.

Dal 1987 ha partecipato a mostre di pittura in Italia e all’estero. E’ membro del Gruppo Incisori Siciliani dal 1998, dal 1993 ha partecipato su invito a numerose collettive di Grafica in Italia e all’estero. È inserito nel “Repertorio degli Incisori italiani ”, vol III e IV, V, VI a cura del Gabinetto Stampe Antiche e Moderne del Comune di Bagnacavallo (RA). Alcune sue opere sono state acquisite dal Museo Didattico Foscolo di Barcellona P.G. (ME); dalla Raccolta delle Stampe “A. Sartori” di Mantova; dalla Fondazione “Sinaide Ghi ” in Roma; dal Museo Epicentro di Gala (Me); dal Gabinetto delle Stampe Antiche e Moderne del Comune di Bagnacavallo (RA); Istituto di cultura italiana di Cracovia.

In occasione di questa Mostra Anita Valentini ha, fra le altre cose, scritto di lui: “I paesaggi in acquerello di Peppe Salvo, dalle tonalità di azzurro, di verde e di giallo e rosso squillanti, dilatano lo sguardo, aprendo una finestra dove finestra non c’è. Una finestra spalancata sulla mente, che schiude la mente: non vi troviamo l’imitazione della natura, bensì l’immagine ideale della natura nel colore. Fra astrazione e linguaggio dei colori… Riflettendo sul lavoro di Salvo ho osservato l’esplorazione del concetto di panorama, il transito da una naturale e spontanea visione del paesaggio siciliano e toscano alla costante meditazione sulle suggestioni visive, assimilate nel tempo… L’immagine si determina, si fa costruttiva per via di un segno ricco di implicazioni in sordina, sviluppate da un nucleo centrale, come un fuoco marcato e insistito, grazie alle trasparenze cromatiche della materia ora macerata ora fluida: un nucleo attorno al quale si irradiano luci, ombre, sviluppi di segni, geometrie chiaroscurate intese a definire lo spazio”.

Un artista che pur risiedendo in Toscana da ben 15 anni per motivi di lavoro si definisce barcellonese doc ed auguriamo a Peppe Salvo i migliori successi.

Contatti:

Peppe Salvo

e-mail : peppe,salvo@tiscali.it

Tel. 3384259694