Condividi:

L’M5S mette sotto la lente d’ingrandimento i sistemi di reti fognarie e di depurazione delle acque reflue dei comuni messinesi. I deputati nazionali Alessio Mattia Villarosa e Francesco D’Uva e l’onorevole regionale Valentina Zafarana scrivono, in una nota firmata dai tre esponenti del movimento, che: “In data 4 agosto 2015, la deputata regionale Valentina Zafarana ha effettuato un accesso agli atti per ottenere il dettaglio degli scarichi attuali delle reti fognarie cittadine e relativi sistemi di depurazione delle acque reflue, i costi di gestione medi relativi alla depurazione delle acque reflue degli ultimi 3 anni, 2012, 2013 e 2014 suddivisi per capitolo di spesa (es. luce, acqua, trasporto scarti in discarica, personale, ecc…) ed i proventi derivanti dalle bollette d’acqua degli ultimi 5 anni e relativa eventuale percentuale di non effettiva riscossione. Ad oggi gli unici Comuni del Messinese ad aver risposto, entro i termini stabiliti dalle norme attualmente vigenti, sono solo otto: Milazzo, Furnari, Alì Terme, Mistretta, Furci Siculo, Roccalumera, Tripi e Pagliara.

Abbiamo già sollecitato i Comuni a fornire risposte anche se fuori tempo rispetto a quanto previsto dalla legge e non escludiamo la possibilità di portare avanti queste richieste utilizzando tutti i mezzi previsti dall’attuale normativa, nel pieno ed assoluto diritto di ottenere risposte”.

 

 

12 settembre 2015                                                                                     Alessio Mattia Villarosa

 

Francesco D’Uva

 

Valentina Zafarana

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.