Condividi:

Non si placa il dibattito in merito alla bocciatura per l’avvio del piano di riequilibrio dell’ente comunale, con i gruppi di opposizione, Dr Sicilia Futura, Partito Democratico, Avanti con Fiducia e i consiglieri del gruppo misto Angelita Pino, Francesco Perdichizzi, Giosuè Gitto, Salvatore Imbesi, che hanno appena diffuso una nota congiunta al fine di fare il punto sullo stato attuale attraverso anche una conferenza che si terrà alle 11 di domani nell’aula preconsiliare. 

“L’esito del voto del consiglio comunale ha impedito che si avviasse una procedura priva degli elementi minimi necessari per avere una fotografia veritiera della situazione economica in cui versa l’Ente e una proiezione della sostenibilità di un ipotetico piano di riequilibrio.
Nelle lunghe ore di consiglio comunale abbiamo più volte invitato il Sindaco a ritirare la delibera anziché tentare un braccio di ferro estenuante utile solo a certificare, in questo caso, il fallimento politico della sua amministrazione.
Purtroppo la nostra richiesta non è stata accolta, nonostante avrebbe consentito all’amministrazione di azzerare tutto e ricominciare l’iter con una delibera completa dei dati necessari per computare il debito, che è ben lontano dagli 8.383.000 euro che ci sono stati riportati fino a ieri, e avrebbe permesso di valutare quanto realisticamente si può incassare ogni anno e quanto si può verosimilmente destinare a ripianare il debito per consentire di scegliere con cognizione di causa se è sufficiente accedere al fondo di rotazione ed eventualmente quanto servirebbe.
Così come annunceremo dettagliatamente sabato mattina alle ore 11 in una conferenza stampa congiunta che si terrà nell’aula preconsiliare, è nostro intento sopperire alle mancanze dall’amministrazione facendoci carico noi di inoltrare una richiesta formale ai singoli dirigenti per avere in breve tempo una ricognizione della situazione economica dei settori di loro competenza, che tenga conto non solo delle passività accertate ma anche di una previsione realistica di quelle che possono concretizzarsi nel prossimo futuro.
Inoltreremo richiesta formale alla Ragioneria affinché provveda a completare in breve tempo il consuntivo 2017 ed il previsionale 2018 utili per una maggiore completezza dei dati e propedeutici all’approvazione di un eventuale piano di riequilibrio. Depositeremo una mozione in presidenza che impegna l’Amministrazione a presentare una proposta di risanamento del nostro Ente completa di tutti i dati necessari per deliberare la soluzione migliore per la nostra città.
Resterà per noi incomprensibile la scelta dell’Amministrazione di non prodigarsi per fornire le risposte a tutti i quesiti posti nelle commissioni competenti anche dai membri della sua maggioranza, la decisione irresponsabile di non accogliere i continui inviti al confronto franco e sincero, e la sua pervicacia nel distorcere la realtà per il perseguimento del proprio interesse di parte.
Registriamo che ancora una volta il sindaco non ha perso l’occasione di comportarsi da cattivo amministratore”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.