Masterplan. Approvato schema accordo di programma tra Città Metropolitana di Messina e raggruppamenti dei Comuni

Condividi:
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Macrolibrarsi

E’ stato approvato, nel corso di una riunione svolta stamane a Palazzo dei Leoni tra il
Sindaco metropolitano on. Cateno De Luca e i responsabili per l’attuazione del Masterplan,
lo schema di accordo di programma tra la Città metropolitana di Messina e i raggruppamenti
di Comuni che intendono proporre progetti inerenti ad interventi infrastrutturali di area vasta
con particolare riferimento ad assi viari intercomunali.
Il protocollo darà la possibilità di realizzare un gruppo di progetti che possano trovare
copertura nell’ambito del Masterplan o in altre linee di finanziamento; si tratta di
un’importante opportunità per l’intero territorio, favorita dalla recente proroga dei termini
che ha fissato al 31 dicembre 2021 l’avvio delle opere finanziate dal Masterplan.
Le coalizioni di Comuni avranno modo di proporre progetti strategici che dovranno essere
redatti attraverso le regole di trasparenza contenute nell’accordo di programma approvato
stamane e realizzerà una sorta di sana concorrenza tra i vari enti locali che dovranno
rispondere con tempestività ad una funzionale azione di programmazione e progettazione
che eviti, come in passato, che si perdano linee di finanziamento utili alla crescita del
l’intero territorio metropolitano.
Nel documento approvato stamane è stabilito che il termine conclusivo per la presentazione
dei progetti definitivi da parte dei Comuni è fissato al 30 dicembre 2019, data utile per
permettere alla Città Metropolitana di Messina di poter adottare le azioni richieste e poter,
quindi, convocare la Conferenza dei servizi e, successivamente, poter procedere con la
progettazione esecutiva.
Il Sindaco metropolitano on. De Luca ha sottolineato che le proposte delle singole coalizioni
non avranno rimborso spese da parte della Città Metropolitana che si farà carico del
progetto esecutivo e ne sarà la stazione appaltante.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.