Condividi:

Sarà possibile spostarsi, col rito civile, anche fuori dalla Casa comunale. Basterà pagare 350 euro.

Lo ha deciso la giunta municipale approvando una delibera proposta dall’assessore al turismo Piera Trimboli, che prevede tale opportunità giustificata dal fatto che Milazzo è località turistica e per le sue bellezze ed il suo promontorio risulta interessante per la presenza di proprietà dotate di ampi parchi e ville di notevole pregio storico, architettonico e paesaggistico. I siti abilitati alla celebrazione dei matrimoni civili fuori dalla casa comunale saranno individuati con un apposito atto della giunta municipale, “ove –recita la delibera- a seguito di manifestazione di interesse, ne sussistano i requisiti di legge, mediante l’istituzione di uno o più separati uffici dello stato civile presso locali di proprietà privata che siano nella disponibilità giuridica del Comune, con cui verrà sottoscritto atto di comodato   d’uso gratuito a favore dell’Ente, e nel rispetto delle condizioni, tariffe e modalità che sono esplicitate nell’apposito disciplinare.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.