Condividi:

Le indagini sono in corso ma al momento il rogo non sarebbe collegato ad altri di natura dolosa avvenuti lo scorso mese nel comune di Mazzarrà Sant’Andrea.

Giovedì mattina, i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Milazzo sono intervenuti con autopompa e Pick-up per domare l’incendio di un’autovettura (Fiat Panda), nuovamente di proprietà dell’assessore Antonio Costa. Le fiamme sarebbero state appiccate da mani ancora ignote. Il tempestivo intervento non ha salvato la vettura dalle fiamme che l’hanno distrutta completamente. Le operazioni si sono concluse con la messa in sicurezza e la bonifica dell’area. Chi e perché abbia bruciato l’auto non si sa ancora. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del nucleo Radiomobile di Barcellona P.G. e della stazione di Furnari.

Nella città dei vivai, però proseguono gli incendi dolosi e cresce la preoccupazione. Nella notte tra il 21 e il 22 maggio era stato dato alle fiamme un capannone in contrada Uliveto e sono andati distrutti mezzi e attrezzature per il vivaismo ed i militari dell’Arma di Furnari e Terme Vigliatore stanno indagando. A inizio del mese di maggio, invece, anche qui inchiesta dei Carabinieri, era stata bruciata sempre in piazza Umberto I la Fiat 500 sempre dell’assessore comunale Costa, ma l’esponente politico era riuscito con un estintore a fermare il fuoco. Il 25 maggio, in contrada Molino, a bruciare invece fu l’auto di un anziano del piccolo centro tirrenico.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.