Condividi:

Sull’ampio dibattito sulla messa in sicurezza della  discarica e della possibile realizzazione dell’impianto biogas, cerca di rispondere il sindaco del comune Tirrenico Carmelo Pietrafitta.

“In queste ultime settimane ho letto articoli, post sui social media e commenti vari, fatti da presunti addetti ai lavori che si sono battuti il petto con le chiacchiere e solo con le chiacchiere vuote di contenuti, sul fatto che fosse necessario mettere in sicurezza la discarica di contrada Zuppa’ in Mazzarrà Sant’Andrea.

Nel mentre questi signori riempivano l’etere ed altro di fumose discussioni, l’amministrazione comunale che mi onoro di guidare, i lavoratori di Tirreno Ambiente che non percepiscono lo stipendio da oltre un anno e di questo nessuno ne parla, il commissario liquidatore On.le Alfano, hanno continuato a lavorare giorno e notte per mettere in sicurezza, con i fatti e non con sterili polemiche il sito in contrada Zuppa’.

A titolo esemplificativo dal Novembre 2017, cioè dalla data della mia elezione a Sindaco, e fino ad oggi sono state stanziate somme per circa 5.5 milioni di Euro e di questo ringrazio il Presidente Musumeci e tutta la giunta regionale, destinate alla gestione ordinaria ed alla messa in sicurezza definitiva con relativa chiusura della discarica.

In definitiva è stato garantito l’emungimento del percolato, la copertura del monte rifiuti, la manutenzione dell’impianto di estrazione del biogas, la riattivazione dell’impianto di trattamento del percolato ed infine la realizzazione di un rilievo impostato a valle dell’attuale argine della discarica in terra armata con lo scopo di assicurare la stabilità dei rifiuti abbancati.

Con questo ultimo intervento si è anche messo in sicurezza il torrente Mazzarrà e di conseguenza il centro abitato utilizzando la sabbia prelevato dall’alveo del torrente.

Questa è la mia politica, é la politica della mia amministrazione intrisa di fatti e non di strumentale disinformazione”.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.