Condividi:

 

Il sindaco De Luca “chiude i battenti di Palazzo dei Leoni” -fa sapere in una nota- per le perduranti difficoltà economiche che non consentono all’ente di funzionare come dovrebbe.

“Frutto della paralisi dell’ex Provincia che ha condotto alla mancata approvazione del bilancio di previsione 2018” e ad un cronico disavanzo strutturale ereditato, che origina nel prelievo forzoso dello Stato, il quale, in questi anni, ha condotto ad una ingiustificata decurtazione delle entrate dell’ex Provincia.

Quello che la Città Metropolitana rischia di perdere, è l’opportunità di ricorrere alle risorse del Masterplan e di altri trasferimenti nazionali da investire in importanti infrastrutture, per un ammontare complessivo di 140 milioni di euro. Una denuncia che scatta in un momento, peraltro, in cui già risultano stanziati 20 milioni di euro per l’edilizia scolastica, soldi messi a finanziamento per operazioni bloccate.

Questa la situazione in atto, tale da indurre De Luca a disporre il blocco dell’attività gestionale da parte degli Uffici finanziari con ripercussioni immediate sull’erogazione degli stipendi agli 840 dipendenti. Conclude la nota: “Si tratta di un’azione di forza nei confronti degli interlocutori nazionali davanti all’impossibilità per le Città Metropolitane di continuare con uno stillicidio del genere affinché si attivino immediatamente le procedure per porre fine al prelievo forzoso.”

 

Annunci

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.