Condividi:

Il consigliere comunale Libero Gioveni, si rivolge allo Iacp per andare incontro a chi abita negli alloggi popolari di proprietà dell’ente, a proposito dell’esenzione canone.

“Proprio ieri si è insediato il nuovo CdA dell’IACP, costituito da un decreto del Presidente della Regione, con la nomina a Presidente dell’avv. Giovanni Mazzù, a cui auguro buon lavoro ma a cui chiedo già un provvedimento a sostegno degli inquilini degli alloggi di proprietà dell’Ente, così come sta facendo il Comune con i suoi”.

Ad esprimersi in questi termini è il consigliere comunale Libero Gioveni, capogruppo di Fratelli d’Italia, che lancia un appello al neo Presidente dell’IACP Giovanni Mazzù affinché possa avviare un procedimento amministrativo con l’assessorato regionale competente che consenta anche agli inquilini degli alloggi popolari dell’Istituto di essere esentati dal canone di locazione per almeno sei mesi dell’anno 2020.

D’altronde – evidenzia Gioveni – sotto il profilo sociale tutti i locatari degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica hanno il diritto di essere trattati allo stesso modo, indipendentemente da chi sia l’ente locatore.

Comprendo bene che l’IACP sia un soggetto giuridico a sé con un proprio Bilancio – prosegue il consigliere – ma essendo presente adesso una governance in luogo di una struttura commissariale egregiamente diretta finora dall’ing. Leonardo Santoro, ritengo che l’aspetto politico e sociale non possa non emergere rispetto a delle necessità legate ad una crescente crisi economica che sta colpendo migliaia di cittadini (e quindi anche inquilini) a seguito dell’attuale emergenza sanitaria.

Mi auguro quindi – conclude Gioveni – che il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’IACP possa concretamente valutare questa misura economica nei confronti dei propri inquilini al pari degli inquilini di Comune ed ARISME che godranno fino al prossimo mese di dicembre dell’esenzione totale del canone grazie ai provvedimenti che Amministrazione e Consiglio Comunale stanno sinergicamente ponendo in essere.

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.