Condividi:

Il consigliere ha proposto all’amministrazione, mediante delibera già depositata al consiglio comunale, di intitolare una via o una piazza cittadine alla memoria di Bianca Di Stefano, vittima di un incidente stradale sul Viale Europa nel 2003.

Mantenere il ricordo di Bianca e di chi è stato vittima di incidenti stradali a causa del transito dei tir lungo le vie cittadine, questa la ragione della proposta portata avanti dal consigliere Gioveni. Il terribile incidente si consumò il 30 maggio 2003 sul Viale Europa quando Bianca,  sullo scooter guidato da un’amica, fu travolta da un tir.

Bianca è  “una delle vittime sacrificali simbolo cadute per cause dirette o indirette legate alla presenza dei mezzi pesanti” si legge nella proposta.

17 anni sono trascorsi da allora e ancora le arterie cittadine, tra cui il viale Europa, continuano a subire il passaggio indisturbato dei tir, nonostante le ordinanze.

Già nel 2010, il Consiglio della Terza Circoscrizione presentò una richiesta, che però  venne bocciata dalla giunta municipale in quanto non era ancora trascorso il periodo  10 anni dalla morte della ragazza.

Gioveni quindi si fa adesso latore dell’iniziativa, rivolgendosi a De Luca e all’assessore comunale alla Toponomastica per avviare  le procedure amministrative necessarie.

“L’intitolazione di un qualsiasi spazio cittadino a una vittima della strada per causa dei tir quale è Bianca Di Stefano, possa diventare il simbolo della sofferenza e del martirio”.

Livia Di Vona

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.