Condividi:

È stato presentato stamani al Monte di Pietà il calendario degli eventi commemorativi il 450° Anniversario dello spettacolare sbarco di Don Giovanni d’Austria.

Si tratta di una delle pagine di storia più importanti del XVI secolo, che vide Messina protagonista assoluta nell’accogliere nel suo porto la Flotta della Santa Lega, posta sotto al Comando del figlio naturale di Carlo V.
L’evento rientra nell’ambito del calendario dell’agosto messinese organizzato dal Comune. Purtroppo a causa dell’emergenza epidemiologica anche l’edizione 2021 deve rinunciare allo spettacolare corteo storico navale, nonostante ciò l’associazione Aurora ha approntato un calendario di eventi che consentiranno di rivivere storia, ricordi e atmosfere del passato.
L’evento chiave è rappresentato dal Palio d’agosto promosso dal comune di Messina nell’ambito del progetto del Ministero dei beni culturali. Altro elemento centrale la mostra “Cervantes a Messina al tempo di Lepanto”, che è stata inaugurata stamani al Monte di Pietà, grazie alla collaborazione della Prima e Nobile Arciconfraternita degli Azzurri presente stamani con il dott. Gianfrancesco Galletti.
A tagliare il nastro il Vice Prefetto Silvana Merenda. “Parlando di Cervantes, ha affermato la dottoressa Merenda, mi piace ricordare 2 aspetti… il primo è quello del combattere contro i mulini a vento, situazione in cui tutti noi ogni giorno ci ritroviamo e che ci fa sentire ancora più vicino questo personaggio; poi tra le citazioni del Don Chisciotte ce n’è una che mi ha colpita e che riguarda il concetto di valore. Ancora oggi l’opera di Cervantes può senz’altro offrire ottimi spunti di riflessione invitandoci nel caso specifico a creare valore in tutto ciò che facciamo.”
Ad illustrare gli eventi in programma fino al 7 agosto il presidente dell’ass. Aurora Fortunato Manti che nel suo intervento ha ringraziato ancora una volta tutte le istituzioni e le associazioni che per il 13 esimo anno consecutivo hanno garantito il loro sostegno all’iniziativa.
“L’edizione 2021, ha affermato Manti, ha necessitato di una buona dose di coraggio. Non è stato infatti facile alla luce della situazione improntare un calendario di eventi ma non potevamo mancare questo appuntamento diventato ormai baricentro di legami e scambi culturali con gli altri Paesi dell’area del Mediterraneo con cui condividiamo questa pagina di storia.”
Tra gli eventi in programma c’è grande attesa per il Palio d’agosto “Trofeo Don Giovanni d’Austria”.
L’appuntamento con il palio, curato dal circolo ricreativo di Pace in collaborazione con la lega navale di Messina è stato illustrato da Carmelo Recupero, ed è fissato per sabato ore 18:00 con partenza dalla rada di Grotte e arrivo al Marina di Nettuno.
È toccato poi all’arch. Nino Principato introdurre il viaggio alla scoperta della mostra “Cervantes a Messina al tempo di Lepanto”.
Cervantes infatti visse a Messina per sei mesi, subito dopo la battaglia di Lepanto, il 7 ottobre 1571, a cui lui prese parte e in cui venne ferito al petto e alla mano sinistra, ospite del Grande ospedale civico – che sorgeva nell’area dell’attuale Palazzo di Giustizia -, dove furono accolti buona parte dei feriti dell’epica battaglia navale.
La mostra sarà visitabile fino al 7 agosto la mattina dalle 9,00 alle 12,30 e il pomeriggio dalle 17 alle 19:30. L’ingresso è gratuito.

Gli eventi in programma prevedono inoltre:
mercoledì 4 agosto alle ore 19:00 presso la Chiesa S. Domenico la conferenza sul tema “Papa Pio V e la Madonna del Rosario” a cura di Nino Principato in collaborazione con la Parrocchia di S. Domenico;
giovedì 5 agosto presso il comune di Messina previsto l’incontro con il dott. Wofgang Dersch, assessore alla cultura di Regensburg, città natale di Don Giovanni d’Austria;
alle ore 18:00 verrà presentato al Monte di Pietà il volume “Cervantes a Messina al tempo di Lepanto” Di Nicolò Edizioni;
venerdì 6 agosto alle ore 18:30 al Marina di Nettuno torna “Malvasie senza confini” una terza edizione in ricordo del compianto Paolo Bitto, in collaborazione con la Camera di Commercio, istituto Antonello, istituto Cuppari, Marco Polo Project Venezia con la presentazione del volume di Marcello Saja “Malvasia delle Lipari”.
Sabato 7 agosto alle 10:30 prevista l’affissione di una targa commemorativa in onore di Cervantes presso il tribunale, dove sorgeva il grande Ospedale. A cura del Rotary Club Stretto di Messina e del comune.
Da segnalare l’esposizione dell’opera d’arte “La Battaglia di Lepanto” di Concetta de Pasquale e Rosa Mundi a cura della Fondazione Donà dalle Rose a Palazzo Zanca, dal 5 agosto al 30 settembre.
Parole di apprezzamento per l’iniziativa sono state espresse dall’assessore all’istruzione Laura Tringali presente alla conferenza stamani nella duplice veste di rappresentante del comune e dirigente dell’istituto Antonello, scuola partner dell’evento.
Le conclusioni sono state affidate all’assessore alla cultura del comune di Messina Enzo Caruso che ha sottolineato come la manifestazione rappresenti “un momento di festa che condividiamo da 13 anni con tutte le istituzioni, associazioni e storici appassionati di questo percorso.”
Presenti stamani tra gli altri l’autorità portuale con il segretario generale Domenico La Tella, l’Università di Messina rappresentata dal prof. Filippo Grasso, la Soprintendenza ai beni culturali con il dott. Osvaldo Prestipino Giarritta, la Camera di Commercio con presidente Ivo Blandina e la segretaria generale Paola Sabella. Presenti rappresentati delle forze dell’ordine e della Marina Militare.
Hanno concorso alla riuscita della manifestazione: Rimorchiatori Riuniti, Corporazione Piloti, Guardia Costiera Volontaria, I.I.S. ANTONELLO, Ist. MINUTOLI, Ist. Nautico “C. Duilio”, Damiano Malfi-Allianz Assicurazioni, NonsoloCibus, SALONIA–Allianz Assicurazioni, Gruppo Lisciotto, Tercio Veijo di Sicilia, Associazione Marduk, Marina del Nettuno.

 

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.