Condividi:

Si e’ tenuta nella mattinata di ieri, venerdì 31, l’inaugurazione della mostra “La memoria ritrovata (1908-2020)” con  le opere degli scultori Michele Auteri (Busto di Vittorio Emanuele II nel 1878) e Lio Gangeri (Busto di Umberto I nel 1879). Presente alla cerimonia l’assessore alla cultura Enzo Caruso.

Le opere sono state riposizionate al Teatro (originariamente erano collocate proprio nel foyer del teatro prima del terremoto) su iniziativa dell’Amministrazione comunale grazie ad un’azione sinergica tra il presidente del Teatro Orazio Miloro e il componente del CdA Nino Principato.

Soddisfatto l’Assessore Caruso, per un’iniziativa fortemente sostenuta dall’amministrazione, tesa a restituire al teatro, dopo ben 111 anni, le due sculture realizzate nel 1878 e 1879 dagli scultori Michele Auteri e Lio Gangeri.

Un risultato apprezzato anche  dal Presidente dell’Ente Teatro Orazio Miloro e dal Soprintendente Gianfranco Scoglio. A cura dell’arch. Principato, l’illustrazione del percorso di recupero delle sculture dedicate a Vittorio Emanuele II e ad Umberto I, più volte presenti in città dopo l’Unificazione, alla quale è seguita la scopertura dei busti.

Hanno preso parte alla cerimonia anche il Sovrintendente ai BBCCAA Mirella Vinci, il Direttore del Museo Regionale Orazio Micali, la Direttrice della Biblioteca Regionale Tosi Siragusa e il dott. Franz Riccobono.

Livia Di Vona

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.