Messina. Incendio baraccopoli Camaro Sottomontagna, Gioveni e Cacciotto: “Via allo sbaraccamento”

Condividi:
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Macrolibrarsi

Dopo l’incendio divampato nella serata di ieri nella baraccopoli vuota di Camaro Sottomontagna, il consigliere comunale Gioveni e il vicepresidente della Terza Circoscrizione Cacciotto, chiedono di procedere senza indugio allo sbaraccamento.

“Ieri sera un incendio presumibilmente di matrice dolosa è divampato nella baraccopoli vuota di Camaro Sottomontagna, generando panico fra i residenti della zona! Esprimiamo grande preoccupazione per l’accaduto e sollecitiamo ancora una volta l’Amministrazione ad avviare le operazioni di sbaraccamento!”

I consiglieri Gioveni e Cacciotto già altre volte erano intervenuti in merito alla questione della demolizione delle baracche più volte, anche perchè già sono state sgomberate da più di un anno. Secondo i consiglieri, non è più possibile rimandare la demolizione, viste e considerate le ragioni di sicurezza. Ormai gli abitanti della zona -sottolineano- vivono nel terrore e nel degrado. Il primo intervento auspicato dai consiglieri – i quali si rivolgono  a Mondello in qualità di assessore al Risanamento e al presidente Scurria- in attesa che le questioni burocratiche si sblocchino il prima possibile e che i lavori siano avviati, è la bonifica della zona dai rifiuti e dal materiale di risulta da parte di MessinaServizi.

Livia Di Vona

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.