Condividi:

Si è  svolto nella mattinata di oggi, davanti alla Prefettura, il sit in di protesta dei dipendenti del Consorzio Autostrade,  che subiscono il blocco del contratto. A margine della protesta, è intervenuto il segretario provincialr della Fit Cisl, Letterio D’Amico.

Ha dichiarato D’Amico: «Serve un piano operativo straordinario per rilanciare il Consorzio Autostrade Siciliane, ridando stabilità, efficienza ed economicità insieme al recupero di una gestione legittima e trasparente», mentre i lavoratori protestavano contro il blocco del contratto, al momento al centro di una diatriba di applicazione tra quello nazionale delle autostrade e dei trafori e quello regionale.

«Da anni i lavoratori sono lasciati nelle mani di amministratori e di management improvvisati che non riescono a superare le criticità gestionali amministrative e tecniche – continua
D’Amico – La gestione dei lavoratori e degli aspetti contrattuali è stata caratterizzata da una sistematica violazione del contratto di lavoro, mai adeguato alle normative vigenti, con la
mortificazione delle professionalità esistenti, la totale assenza di relazioni sindacali e da azioni datoriali unilaterali senza alcun confronto. Per la Fit Cisl – conclude D’Amico – occorre ripartire dalla valorizzazione delle risorse umane e professionali interne all’ente».

Foto copertina: dal web

La redazione è composta da uno staff qualificato, giovane ed intraprendente. Orientati all'informazione, accettano le sfide che quotidianamente si presentano.